La tragica storia di David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe (che rimase paralizzato) sul set de “I doni della morte”

La tragica storia di David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe (che rimase paralizzato) sul set de "I doni della morte"

David Holmes è stato la controfigura di Daniel Radcliffe da Harry Potter e la Pietra Filosofale nel 2001 al primo capitolo di Harry Potter e i Doni della Morte nel 2009.
Forse non tutti sanno che “Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1”, viene ricordato per un drammatico incidente avvenuto sul set.

Il 29 gennaio 2009, appena 28enne, durante un test shoot presso i Leavesden Film Studios di Londra che prevedeva una sequenza aerea sulla scopa, a causa di un esplosione controllata, si sono rotto le sicure dell’imbragatura e Holmes cadde rovinosamente a terra.
È stato portato d’urgenza in ospedale dai paramedici  ma gli è stata purtroppo diagnosticata una paralisi permanente alle gambe come conseguenza della caduta, con solo il 5% di possibilità di recupero.

Ho sbattuto contro il muro e poi sono caduto su un materassino. Il mio coordinatore mi è venuto vicino, mi ha preso la mano e mi ha detto “stringimi le dita”. Riuscivo a muovere il braccio per prendere la sua mano, ma non riuscivo a stringerla. L’ho guardato negli occhi e allora ho capito quanto fosse grave, ciò che era accaduto. Ricordo che continuavo a perdere i sensi e a rinvenire, per il forte dolore. Prima di quell’incidente mi ero già rotto le ossa e perciò ho riconosciuto subito quella sensazione strana che pervadeva tutto il mio corpo, dalla punta delle dita fino ai piedi. Lo sapevo che avevo fatto qualche danno.

La scena dell'esplosione di Harry Potter e i Doni della Morte.
La scena dell’esplosione di Harry Potter e i Doni della Morte.

Da allora è costretto a vivere su una sedia a rotelle e nel 2019 è stato sottoposto a tre interventi, senza però mai perdere la sua forza e la voglia di vivere.

La tragica storia di David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe (che rimase paralizzato) sul set de "I doni della morte"

L’amicizia tra David Holmes e Daniel Radcliffe

La tragica storia di David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe (che rimase paralizzato) sul set de "I doni della morte"

Daniel Radcliffe andò a trovare Holmes mentre era ancora in ospedale e fu anche ospitato ad un’asta di beneficenza per raccogliere fondi per le spese mediche di Holmes.
Con David ha mantenuto nel corso degli anni un ottimo rapporto e una buona amicizia.

“Penso che ci sia un mito intorno agli stunt-man, che siano in qualche modo sovrumani. Quando il pubblico vede qualcosa di doloroso o orribile, pensa che sia stato un effetto visivo, o che esista un modo intelligente e sicuro per farlo. Spesso non è così” ha dichiarato Radcliffe.

L’attore ha spiegato di ritenere folle la mancanza di un Oscar da assegnare agli stunt-man.

La vita di David Holmes oggi

David Holmes non si piange addosso e anzi sostiene che “ci sono persone nel mondo che hanno una vita molto peggiore della sua, dunque si considera fortunato”. Una forza d’animo che ha utilizzato anche per ideare il podcast ‘Cunning Stunts’, nel quale insieme all’amico Daniel Radcliffe rende omaggio al lavoro delle donne e degli uomini che rientrano nella categoria degli stunt performer e degli stunt coordinator..

La tragica storia di David Holmes, controfigura di Daniel Radcliffe (che rimase paralizzato) sul set de "I doni della morte"