Spiegazione delle tre maledizioni imperdonabili (e qual è la peggiore)

Spiegazione delle tre maledizioni imperdonabili (e qual è la peggiore)

Il mondo magico di Harry Potter ha introdotto una serie di incantesimi incredibili e pericolosi, ma nessuna quanto le tre maledizioni imperdonabili.

Attraverso i sette libri di Harry Potter e gli otto film della saga, i lettori e gli spettatori hanno assistito allo stesso modo ad alcuni momenti ed elementi davvero oscuri del mondo magico, che includevano le tre Maledizioni imperdonabili, usati da alcuni personaggi per uccidere, torturare e controllare gli altri.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Le Maledizioni imperdonabili in Harry Potter erano alcuni degli incantesimi più potenti e pericolosi delle Arti Oscure e furono classificati come “imperdonabili” nel 1717.
L’uso di una di queste tre maledizioni su un altro essere umano, babbano o mago, veniva punito con la condanna a vita nella prigione di Azkaban, ma questo non impedì a Lord Voldemort e ai Mangiamorte di usarle costantemente. 
Per utilizzarle con successo, il mago o la strega doveva avere grande forza di volontà, abilità e desiderio di usarli per scopi malevoli. 
La maledizione Cruciatus (crucio) veniva utilizzata per torturare, poiché infliggeva un dolore lancinante alla vittima, il danno inflittogli dipendeva dai desideri e dagli scopi del mago o della strega. 
Il dolore poteva essere tale da uccidere, causare amnesia o portare la persona alla pazzia, come successe ad Alice e Frank Paciock per mano di Barty Crouch Jr, Rodolphus, Rabastan e Bellatrix

Spiegazione delle tre maledizioni imperdonabili (e qual è la peggiore)

La maledizione Imperius (imperio) veniva usata per il controllo mentale o l’ipnosi, lasciando la vittima in uno stato di trance ed estremamente vulnerabile ai comandi del mago o della strega. 
Era possibile resistere a questa maledizione, ma era molto difficile e solo pochi avevano imparato a resistergli, inclusi Barty Crouch, Barty Crouch Jr e lo stesso Harry Potter. 
Infine, l’Anatema che uccide ( avada kedavra ), provocava una morte immediata e indolore. 
Non aveva contro-maledizione e non poteva essere bloccata con nessuno mezzo magico, ma poteva essere deviata, schivata o bloccata con oggetti solidi. 
Harry Potter e Voldemort (grazie ai suoi horcrux) erano gli unici ad essere sopravvissuti a questa maledizione.

L’Anatema che uccide era considerata da molti (sia i fan che i personaggi dell’universo di Harry Potter) come la peggiore delle maledizioni imperdonabili, ma la più oscura e pericolosa era, di gran lunga, la maledizione Cruciatus. 
L’Avada Kedavra faceva esattamente questo: uccideva. Immediatamente e senza dolore. 
La Maledizione Cruciatus era incentrata sul dolore e sulla tortura e poteva lasciare ai sopravvissuti gravi danni fisici e mentali. 
Non si può negare che la Rowling abbia prestato attenzione a ogni singolo dettaglio durante la costruzione del mondo di Harry Potter e creato alcuni elementi davvero inquietanti e sinistri in mezzo a tutte le creature magiche e fantastiche.