Ecco perché Voldemort non sapeva che Harry Potter era il suo settimo horcrux

Ecco perché Voldemort non sapeva che Harry Potter era il suo settimo horcrux

Nella sua ricerca per raggiungere l’immortalità, Lord Voldemort creò degli horcrux, tuttavia, non si rese conto di un settimo horcrux, che finì per giocargli contro.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Prima di tutto, un horcrux è un oggetto che nasconde un frammento dell’anima di un individuo, quindi se quella persona muore, una parte della sua anima è ancora viva in quell’oggetto.
Qualsiasi cosa fosse un horcrux (compresi gli animali, dato che Voldemort trasformò Nagini in uno di essi), gli oggetti inanimati funzionavano meglio in quanto erano più difficili da distruggere, a differenza di un essere vivente che se veniva usato come horcrux, ovviamente quando moriva, moriva il frammento in esso contenuto.
Quindi per creare un horcrux, la persona doveva commettere un omicidio (poiché questo frammentava l’anima), usare un incantesimo per separare il pezzo di anima e inviarlo all’oggetto/essere e per finire c’era un ultimo passaggio che ad oggi è ancora un mistero, un atto orribile che doveva essere compiuto subito dopo l’omicidio.
Voldemort lo fece per sei volte – il diario, l’anello, il medaglione, la coppa, il diadema e Nagini – ma il caso di Harry era completamente diverso.

Ecco perché Voldemort non sapeva che Harry Potter era il suo settimo horcrux

Sebbene un pezzo dell’anima di Voldemort fosse dentro a Harry, non era considerato un horcrux “ufficiale” poiché Voldemort non seguì i passaggi sopra menzionati per crearlo. Quando Voldemort cercò di uccidere Harry dopo aver ucciso i suoi genitori, la maledizione gli si ritorse contro, frammentando la sua anima.
Quel frammento cercò l’unico altro essere vivente nella stanza, Harry, attaccandosi a lui.
Voldemort non era a conoscenza del fatto che Harry fosse uno pseudo-horcrux perché non l’aveva pianificato, e nemmeno Harry lo sapeva fino a quando Voldemort non “lo uccise”, uccidendo in realtà il pezzo d’anima custodito in lui.

Il motivo per cui Voldemort non “sentì” quella parte della sua anima frammentarsi, fu attribuito alla desensibilizzazione.
Voldemort era emotivamente bloccato su molti livelli a causa del suo concepimento avvenuto sotto gli effetti di una pozione d’amore, se ci aggiungiamo tutte le uccisioni e le magie oscure – e il numero di horcrux creati (era già raro riuscire a crearne uno, fu incredibile che lui riuscì a frammentare la sua anima più volte) è normale pensare che perse la capacità di riconoscere una parte della sua anima e di comprendere la natura del legame che lo vincolava a Harry.
Era arrivato a un punto in cui non poteva più sentire nulla, anche se una parte della sua anima veniva uccisa.
Voldemort era l’unico mago noto per aver creato con successo più di un horcrux, ma tutto ebbe un prezzo e, alla fine, quegli horcrux lo portarono alla sua distruzione.

Ecco perché Voldemort non sapeva che Harry Potter era il suo settimo horcrux