Silente non ha allevato Harry come carne da macello, sapeva tutto dall’inizio

Silente non ha allevato Harry come carne da macello, sapeva tutto dall'inizio

Durante tutta la saga dei libri e dei film di Harry Potter, era chiaro che Silente sapesse che Harry sarebbe sopravvissuto all’attacco di Voldemort in Harry Potter e i Doni della Morte.
Quando Harry tornò dal limbo, fu in grado di sconfiggere Voldemort e salvare il mondo magico.
Per assicurarsi che la battaglia finale finisse con la morte di Voldemort e anche la sopravvivenza di Harry, Silente mise in atto alcune misure.

Silente non ha allevato Harry come carne da macello, sapeva tutto dall'inizio

Fino alla morte di Silente nel sesto libro e film, abbiamo appreso, che oltre ad essere uno dei maghi più intelligenti e stravaganti del mondo magico, Silente era anche uno dei più riservati.
Mentre svolgeva i suoi doveri di Preside e leader dell’Ordine della Fenice, Silente mise in atto piani di riserva nel caso in cui i suoi piani originali fallissero.
Ciò includeva che Piton agisse come un doppiogiochista e poi pianificasse la propria morte in modo che Draco non fosse quello ad ucciderlo.
Inoltre, Silente fu in grado di raccogliere informazioni utili che sarebbero servite ad aiutarlo con la sua pianificazione.

Silente non ha allevato Harry come carne da macello, sapeva tutto dall'inizio

Grazie alla sua mente strategica, all’attenta pianificazione e all’abilità nel raccogliere informazioni, Silente apparentemente sapeva che l’incantesimo di protezione dell’amore che Lily aveva posto su suo figlio al momento della sua morte, avrebbero permesso a Harry di sopravvivere alla Maledizione Mortale per la seconda volta.
Di conseguenza, l’incantesimo di protezione avrebbe dovuto essere attiva fino alla battaglia finale tra Harry e Voldemort.
Inoltre, Silente garantì che Harry diventasse il leggendario Maestro della Morte possedendo tutti e tre i Doni.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Silente non ha allevato Harry come carne da macello, sapeva tutto dall'inizio


Durante la saga, il potere dell’amore fu un tema e un motivo costante, in particolare l’amore di una madre per suo figlio.
Questo fu esplicitamente illustrato dall’amore di Lily nei confronti di Harry.
Dopo la prima battaglia di Harry con Voldemort in Harry Potter e la Pietra Filosofale, Silente gli disse che il motivo per cui non poteva essere toccato, era perché Lily si era sacrificata per lui, e quell’atto lasciò un segno.
Questo atto d’amore disinteressato servì a proteggere Harry numerose volte, fino al punto in cui il sangue di Harry fu usato per riportare in vita Voldemort ne “Il calice di fuoco”.
Sebbene si sia visto che Voldemort fu in grado di toccare Harry, i libri spiegarono ulteriormente il significato di quell’ atto e come Silente sapeva che questo avrebbe aiutato Harry.
Alla fine del quarto libro, quando Harry spiegò a Silente cosa successe, Silente era a conoscenza delle conseguenze per Voldemort nell’aver usato il sangue di Harry (un bagliore simile al trionfo nei suoi occhi).
Ciò confermò in seguito quello che Silente disse ad Harry nel settimo libro:

Il suo corpo mantiene in vita il suo sacrificioe mentre quellincantesimo sopravviveanche tu “

Inoltre Silente sapeva che se Harry avesse posseduto i tre Doni, sarebbe diventato il Maestro della Morte e non sarebbe morto.

Questo viene menzionato in Le Fiabe di Beda il Bardo, come dice la leggenda, chi unisce la Pietra della Resurrezione, la Bacchetta di Sambuco e il Mantello dell’Invisibilità sarà il Padrone della Morte


Da giovane, Silente era affascinato dalla storia e credeva che ottenere tutti e tre i Doni avrebbe reso chiunque invincibile.
Nella Pietra filosofale, Silente diede ad Harry il Mantello di suo padre James e, in seguito, lasciò in eredità a Harry la Pietra.
Harry divenne quindi il vero proprietario della Bacchetta di Sambuco dopo aver disarmato Draco, diventando così il Maestro della Morte. Di conseguenza, non solo Harry fu in grado di salvare il mondo dei maghi, ma vinse la morte.

Silente fu un maestro stratega e tattico.
Attraversò la sua fede nell’amore e la profonda conoscenza dei racconti, fu in grado di prevedere che Harry non sarebbe morto durante la battaglia finale in Harry Potter.
Inoltre, Silente sapeva che Harry sarebbe riuscito a portare la pace nel mondo dei maghi.