Ecco perché Harry nel film (a differenza del libro) ha spezzato la Bacchetta di Sambuco

Ecco perché Harry nel film (a differenza del libro) ha spezzato la Bacchetta di Sambuco

Dopo che Voldemort è stato sconfitto il film Harry Potter e i Doni della Morte prende una svolta diversa rispetto al libro per quanto riguarda il destino della Bacchetta di Sambuco.

Harry: “Che è mia”
Ron: “Adesso noi che ne facciamo?”
Hermione: “Noi?”
Ron: “Era per dire – è la Bacchetta di Sambuco, la bacchetta più potente del mondo. Con quella, saremmo invincibili!

In quel momento il destino della bacchetta è drastico quando Harry la spezza a metà, distruggendone i poteri e gettando via i due pezzi. Harry voleva assicurarsi che la bacchetta non venisse più usata per il male. Pertanto, si assicura di rendere la bacchetta inutilizzabile, non per il bene e certamente non per il male ma per renderla completamente inutile.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Ecco perché Harry nel film (a differenza del libro) ha spezzato la Bacchetta di Sambuco

Nel libro, Harry prima ripara con la bacchetta di Sambuco la propria bacchetta di agrifoglio e di fenice e poi rimette la bacchetta di Sambuco nella tomba insieme ad Albus Silente.
Quando lascia la bacchetta nella tomba di Silente, tiene a mente che la bacchetta ha naturalmente perso il suo potere.
Questo perché, affinché la Bacchetta di Sambuco cambi veramente il suo padrone, l’attuale possessore deve essere disarmato, sconfitto o ucciso da un’altra strega o mago.

«Quella bacchetta procura più guai di quel che vale»

In entrambi gli scenari, Harry è preoccupato per la bacchetta e l’intensità del potere che detiene.

Ecco perché Harry nel film (a differenza del libro) ha spezzato la Bacchetta di Sambuco

La differenza sostanzialmente è che nel film, Harry capisce che chiunque entri in possesso della bacchetta, potrebbe diventare un bersaglio. È stanco di combattere e vuole la pace. In fondo il destino di ogni mago che ha posseduto la bacchetta è stato nefasto. Solo spezzandola avrebbe potuto mettere fine a tutto questo.
Quindi, Harry cerca di proteggere sé stesso e anche gli altri. E lui è l’unico che può distruggere la bacchetta, quindi lo fa. Il fatto che sia stato in grado di spezzare a metà la Bacchetta di Sambuco come se fosse un ramoscello e non uno degli oggetti magici più potenti del mondo magico, potrebbe avere un senso se si pensa che Harry, in quanto ultima persona ad essere in possesso di tutti i Doni, era il Signore Della Morte, e quindi in grado di romperla.
Il che, in conclusione, fu il motivo per cui spezzò la Bacchetta di Sambuco mettendo la parola FINE.

Nel romanzo, riportandola nella tomba, suppose che una volta morto naturalmente la linea di fedeltà della bacchetta sarebbe ufficialmente terminata, ma così non mise la parola FINE, un modo per lasciare in futuro un appiglio per un nuovo romanzo, al prossimo cattivo o al prossimo eroe di turno.

Ok non possiamo fingere che non ci abbia addolorato vedere quel potente oggetto spezzarsi con un semplice schiocco di legno e non compensa il fatto che non hanno incluso la parte che Harry prima di spezzare la bacchetta, non ha riparato la sua, ma era giusto spezzarla e dire finalmente FINE.