Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l’uomo dietro Piton

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Se Piton sia stato un personaggio buono o cattivo è sempre stato questione di eterno dibattito, ma una cosa è certa: l’attore che lo interpretava era decisamente una brava persona, come dimostrano queste storie su Severus Piton dietro le quinte.

Alan Rickman l’uomo dietro Piton

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Ha mantenuto uno schizzo divertente di sé stesso disegnato da Rupert Grint durante le riprese

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Un giorno Rupert Grint (Ron Weasley in Harry Potter) stava scarabocchiando caricature sul set. Mentre stava facendo la caricatura di Alan Rickman, Rupert Grint non si accorse che “Rickman” lo stava guardando alle spalle.
“Ero così spaventato, quando me ne sono accorto”, ha detto Grint, perché nella caricatura che gli stava facendo, aveva “esagerato con alcuni dei suoi lineamenti”. Ma Rickman non era affatto turbato, anzi, l’esatto contrario.

“Gliel’ho fatto firmare e ora è in mio possesso”, ha detto Rickman con orgoglio. “Ci sono molto affezionato”

Trattava Daniel Radcliffe come un coetaneo, non come un bambino

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Dopo la morte di Rickman, molti dei co-protagonisti di Harry Potter gli hanno reso omaggio. Daniel Radcliffe, alias Harry Potter stesso, ha scritto un tributo in cui ha salutato Rickman come “senza dubbio uno dei più grandi attori con cui ho lavorato, una delle persone più leali e solidali che abbia mai incontrato nell’industria cinematografica.” Ha proseguito:

Come attore è stato uno dei primi a trattarmi come un coetaneo piuttosto che come un bambino. Lavorare con lui in un’età così formativa è stato incredibilmente importante e porterò le lezioni che mi ha insegnato per il resto della mia vita e carriera. I set cinematografici e le scene teatrali saranno tutti molto più poveri per la perdita di questo grande attore e uomo”,

Si è assicurato che un bambino malato di cancro che ha visitato il set, diventasse una comparsa in uno dei film 

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Durante le riprese del prigioniero di Azkaban, un adolescente di nome Jay, ammalato di neuroblastoma in fase avanzata visitò il set.
La produttrice Paula DuPré Pesman, ricorda che Jay voleva essere nel film, non solo visitarlo, ma lei a malincuore gli disse che era impossibile.
Alan si avvicinò e si presentò a Jay.
Il ragazzo era al settimo cielo, in quanto vero fan di Alan. Aveva circa 15 anni e sapeva tutto della sua carriera cinematografica, a quel punto Jay confidò ad Alan che quello che voleva davvero era entrare a fare una comparsa nel film.

Alan guardò la produttrice DuPrè Pesman, ed entrò nella modalità Piton dicendomi:
“Perché questo bambino non è nel film?” Tutti si sono fatti una bella risata, e Alan lo prese per mano e lo mise tra la folla di bambini mentre stavano facendo delle comparse nella sala grande. La sua schiena è in una ripresa.

Jay fece anche una comparsa in “Il prigioniero di Azkaban” durante la lezione di molliccio del professor Lupin (David Thewlis). Il gesto di Rickman per Jay e la sua malattia fu davvero importante.

Visitava spesso i bambini sul set

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Rickman forse, per certi aspetti, intimidiva i suoi colleghi, ma era estremamente gentile e generoso. Parlava spesso con i bambini che visitavano i set dei film di Harry Potter.

“Alan Rickman, praticamente ogni giorno delle riprese, aveva un’intera truppa di bambini [in visita]”, ha ricordato Evanna Lynch (Luna Lovegood).

“La scena più bizzarra che ricordo era vedere Piton con questa tunica nera, di solito con un bavaglino addosso – dovevamo indossare questi bavaglini per non rovinare il nostro costume – circondato da tutti questi bambini felici che chiacchieravano con lui.

Il suo metodo di recitazione ha intimidito – e impressionato – gli attori bambini sul set

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Evanna Lynch, che interpretava Luna Lovegood, ha ricordato con una risata che Rickman “era un attore metodico, quindi eravamo tutti terrorizzati da lui sul set. Ricordo che era inquietante per i corridoi. Non sorrideva e parlava in tono riverente”. Tom Felton, che ha interpretato Draco Malfoy, è d’ accordo:

Ricordo la mia prima scena con Alan Rickman ed ero ansioso perché lo ammiravo; non appena lo vidi con il suo mantello, la sua camminata e come parlava mi sono pietrificato, ero terrorizzato.

Ma quando presi coraggio, chiacchierammo per circa mezz’ora e mi disse da dove traeva ispirazione e il metodo di come si avvicinava alle sue battute. Era affascinante per un giovane attore poter parlare ai propri eroi in quel modo. Non aveva prezzo.

Ha dato consigli ai giovani attori

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Rickman era consapevole che il mondo dello spettacolo poteva essere un luogo difficile per guadagnarsi da vivere, specialmente per i giovani attori. Alcuni dei suoi co-protagonisti hanno menzionato come ha dato loro consigli sulla carriera e sulla vita. Matthew Lewis (che ha interpretato Neville Paciock in Harry Potter) ha detto: “Mi ha offerto alcuni dei più grandi consigli che abbia mai ricevuto su questa folle professione che… Ha ispirato la mia carriera più di quanto avesse mai potuto immaginare”.

Devon Murray (Seamus Finnigan in HP) ha definito Rickman il suo “modello”. Sean Biggerstaff , che interpretava Oliver Baston, ha twittato: “Si è preso cura di me per 20 anni e l’ho amato”.

Durante le riprese ha fatto uno scherzo a Daniel Radcliffe

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Durante Il prigioniero di Azkaban, Rickman si è divertito a fare uno scherzo epico a Daniel Radcliffe. In una celebre scena, tutti i ragazzi di Hogwarts si ritrovano a dormire insieme per terra all’interno dei sacchi a pelo, sorvegliati da Piton e Silente.
Radcliffe pose il suo vicino ad una ragazza per la quale aveva una cotta; cosa risaputa da tutti, compresi Michael Gambon e Alan Rickman che decisero dunque di porre un cuscino per peti sotto al sacco a pelo di Radcliffe, assicurandosi che emettesse ogni sorta di suono spiacevole.

“Ho subito pensato: ‘Questo è uno dei ragazzi [che scherza] e finiremo tutti nei guai'”, ha detto in seguito Radcliffe. “Ma a quanto pare, era uno dei membri della famiglia reale britannica” che in quel momento si stavano sbellicando dalle risate.

Ha contribuito nel realizzare i suoi abiti

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Il mantello fluttuante di Piton era uno dei tratti distintivi del personaggio. Durante la fase di progettazione, Rickman ha dato il suo contributo su come doveva apparire il suo costume. “Sono stato molto coinvolto nel costume e nel look”, ha detto al New York Times. “Ho detto che le maniche dovevano essere molto strette e che volevo molti bottoni”.

Rickman ha ammesso che il prodotto finito ha contribuito alla sua comprensione del personaggio. “Non appena indossavo quel costume, succedeva qualcosa. Diventavo Piton “Aveva un effetto pazzesco su di me.”

Ascoltava il suo iPod in alcune scene nella Sala Grande

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Durante alcune scene nella Sala Grande in cui Piton era seduto a capotavola, Rickman infilava un iPod nel suo voluminoso mantello e ascoltava musica durante le riprese. “Infilava dietro la parrucca e sotto le vesti, il filo bianco delle cuffie dell’iPod”, ha ricordato l’attore Warwick Davis, che interpretava il professor Vitious.

Ascoltava musica e ho iniziato a chiedermi, cosa ascolta Alan Rickman nei panni del professor Piton sul suo iPod? Un audiolibro? Un po’ di Shakespeare? Un po’ di musica classica? Rock? Techno? Non lo so. Non gliel’ho mai chiesto e vorrei averlo fatto. Oggi mi pento amaramente di non averlo fatto

Ha vietato a Neville e Ron di avvicinarsi alla sua nuova BMW

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Rickman ha proibito a Rupert Grint e Matthew Lewis (Ron e Neville) di avvicinarsi a meno di cinque metri dalla sua nuova BMW durante le riprese di Harry Potter e il Calice di Fuoco. La ragione? Durante la realizzazione di uno dei film precedenti, li aveva portati a prendere un frullato e i due stavano giocando nell’auto vecchia di Rickman quando uno di loro ha versato l’intero frullato dentro la macchina.

Portava le lenti a contatto nere

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton

Non solo il caratteristico mantello di Piton ha avuto effetto su Rickman su come interpretasse il personaggio, ma anche il colore degli occhi.

“Ogni anno, per sette settimane, ho indossato lenti a contatto nere, ritrovando parte di me stesso”, ha detto una volta Rickman .

Mike Newell, che ha diretto Il calice di fuoco, si complimentò con Rickman per il colore intenso dei suoi occhi. Secondo quanto riferito, Rickman rispose tirando fuori una delle lenti.

Grazie Alan Rickman, non ti dimenticheremo mai…Always

Ecco come Alan Rickman fece fare una comparsa ad un ragazzo malato di cancro. Alan Rickman l'uomo dietro Piton