Ecco come i Malandrini crearono la Mappa del Malandrino

Ecco come i Malandrini crearono la Mappa del Malandrino

La Mappa del Malandrino era stata creata da Remus Lupin (che era soprannominato Lunastorta), Peter Minus (Codaliscia), Sirius Black (Felpato) e James Potter (Ramoso) quando erano studenti a Hogwarts.
La Mappa del Malandrino era una mappa magica del castello e del parco della Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts, non era una mappa qualsiasi, bensì era in grado di mostrare non solo ogni classe, corridoio e spazio del castello, ma anche la posizione in tempo reale di chiunque si trovava nei territori della scuola.
Uno dei possibili difetti della mappa era che non differenziava le persone che avevano nomi corrispondenti (ad esempio, durante il terzo anno, Harry non distingue Barty Crouch Senior da Barty Crouch Junior, perché la mappa si limitava ad indicare esclusivamente il nome e il cognome).
Diversi luoghi come la Stanza delle Necessità e la Camera dei Segreti non apparivano sulla mappa, perché i Malandrini non ne erano a conoscenza o, nel caso della Stanza delle Necessità, non era un luogo fisso.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈


Creare una mappa così interessante e persino pericolosa non fu facile.

Tuttavia, rimane una grande domanda sulla Mappa del Malandrino: come la crearono?

Ecco come i Malandrini crearono la Mappa del Malandrino

I Malandrini iniziarono a creare la mappa nel 1974 e la terminarono tra il 1975 e il 1978, i titoli sulla mappa si riferivano ai soprannomi dei quattro nelle loro forme di Animagus , e, nel caso di Lupin, in forma di lupo mannaro.
Affinché la mappa, fosse in grado di tracciare ogni singola persona a Hogwarts, inclusi i fantasmi, i Malandrini usarono l’Incantesimo Omoncoloso.

Oltre a questo incantesimo, i Malandrini, nell’eventualità che Severus Piton entrasse in possesso della mappa, usarono un incantesimo per insultarlo:

“Severus Piton, professore di questa scuola,
ti ordina di rivelare le informazioni che nascondi!

Il Signor Lunastorta porge i suoi ossequi al professor Piton e lo prega
di tenere il suo naso mostruosamente lungo lontano dagli affari altrui.

Il Signor Ramoso è d’accordo con il Signor Lunastorta e ci tiene
ad aggiungere che il professor Piton è un brutto idiota.

Il Signor Felpato vorrebbe sottolineare il suo gran stupore
per il fatto che un tale imbecille sia diventato professore.

Il Signor Codaliscia augura buona giornata al professor Piton
e gli dà un consiglio: lavati i capelli sporcaccione.”

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban”
Ecco come i Malandrini crearono la Mappa del Malandrino

L’abilità di Sirius, Peter e James di diventare Animagi permise loro di esplorare i terreni del castello di notte, acquisendo una vasta conoscenza del cortile della scuola, come i suoi vari passaggi nascosti -senza essere scoperti.
Con l’aiuto del Mantello dell’Invisibilità di James, i 4 Malandrini nel frattempo mapparono completamente l’interno del castello.

Quando non era in uso, la mappa era semplicemente un pezzo di pergamena bianca.
Per animarla, bastava puntare la bacchetta verso di essa pronunciando: “Giuro solennemente di non avere buone intenzioni”, a quel punto compariva il messaggio:

«I signori Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso
Consiglieri e Alleati dei Magici Malfattori
sono fieri di presentarvi
La Mappa del Malandrino»

“, insieme a un layout dettagliato di Hogwarts.
La mappa veniva ripristinata al suo stato originale dicendo “Fatto il Misfatto”.

Per quanto interessante possa sembrare l’Incantesimo Omoncoloso, era uno di quei tanti incantesimi dell’universo di Harry Potter che non fu adeguatamente esplorato.
La Mappa del Malandrino, continuerà ad essere uno degli oggetti più popolari e affascinanti del Mondo Magico e una testimonianza duratura delle avanzate capacità magiche dei quattro amici che includevano il padre, il padrino e l’insegnante preferito di Harry Potter.