Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Ogni grande eroe, anche il più grande mago di tutti i tempi, ha un punto debole.
Per Albus Silente, quella debolezza fu anche la sua più grande forza.
La sua capacità di amare e la compassione sconfinata per gli altri erano due tratti che semplicemente non potevano vivere mentre l’altro sopravviveva, come nel caso di Harry Potter e Lord Voldemort.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Il Preside di Hogwarts si imbatté in questo dilemma alla fine dell’Ordine della Fenice mentre cercava gli Horcrux di Voldemort.
Consapevole dell’attrazione di Voldemort per persone e oggetti potenti, Silente sospettava che il Signore Oscuro potesse aver trasformato il suo famoso cimelio di famiglia ⏤ l’anello di Marvolo Gaunt ⏤ in un Horcrux.
Il suo sospetto era corretto, ma con sua sorpresa, visitando la casa della famiglia Gaunt, scoprì che l’anello, che era stato tramandato di generazione in generazione, era anche uno dei Doni della Morte, e che Voldemort, nella sua fretta per l’immortalità, l’aveva violato con la magia oscura.

Cos’è questo? Pietra della Resurrezione o Horcrux?

Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Tutti e due. La Pietra della Resurrezione a cui si fa riferimento nella famosa fiaba per bambini “Le Fiabe di Beda il Bardo” è stata creata dalla Morte stessa e tramandata attraverso la famiglia Peverell fino alla famiglia Gaunt.
A quel punto, l’anello cessò di essere conosciuto per quello che era e divenne noto semplicemente come il famoso cimelio della famiglia Gaunt.

Essendo cresciuto con i Babbani, Voldemort non era al corrente delle storie per bambini dei maghi e probabilmente non aveva mai sentito parlare di “La storia dei tre fratelli” o dei Doni della Morte. In ogni caso nella sua fretta per l’immortalità, finì per farne un Horcrux.

Perché Silente mise l’anello?

Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Silente era un uomo riservato. Forse il suo più grande segreto di tutti era quello che teneva nascosto in bella vista.
All’insaputa di Voldemort o di qualsiasi altro membro della comunità magica, la bacchetta del Preside era in realtà la Bacchetta di Sambuco, la bacchetta più potente della storia e uno dei Doni della Morte, il che significava che Silente quando vide l’anello era a conoscenza del simbolo dei Doni della Morte sull’anello.

Senza dubbio il simbolo riportò alla mente i ricordi della sua giovinezza, in particolare la sua amicizia con Gellert Grindlewald e la loro maliziosa ricerca per acquisire i Doni della Morte e sopraffare la razza Babbana.
I fan che non apprezzano Albus Silente, insinuarono e insinuano tutt’oggi che nel momento in cui Silente riconobbe nell’anello uno dei Doni della Morte fu sopraffatto da un’ondata di potere, accecando il suo giudizio e aumentando la sua brama di potere, tentandolo con la possibilità di riunire i Doni della Morte una volta per tutte.
No, non fu così, non fu né la sua brama di potere né la sua nostalgia per i giorni della sua giovinezza a fargli indossare l’anello.

No, il Preside era un uomo saggio con una vasta conoscenza, quindi aveva sicuramente un’idea di cosa sarebbe successo se si fosse infilato l’anello al dito, ma qui c’era un Horcrux violato dalla magia oscura, tramandato attraverso generazioni di maghi oscuri, ma in quel momento tutto ciò che Silente vide fu un’opportunità per riunirsi a sua madre e sua sorella.

Come fece a diventargli la mano nera?

Ecco perché la mano di Silente è diventata nera

Come tutti gli altri Horcrux creati da Voldemort, sull’anello fu posta una maledizione protettiva.
Chiunque avesse provato a infilarsi l’anello sarebbe stato maledetto, quello che alla fine successe a Albus.

Dato che Harry usò la Pietra della Resurrezione alla fine dei Doni della Morte per parlare con sua madre, suo padre, Lupin e Sirius, le proprietà magiche nella pietra ovviamente funzionarono anche dopo che l’anello fu trasformato in Horcrux.
Silente usò la spada di Grifondoro per distruggere l’Horcrux e poi cercò l’aiuto del professor Piton per contenere temporaneamente la maledizione che si stava diffondendo rapidamente oltre la sua mano.
Rimosse la Pietra della Resurrezione dall’anello, la mise dentro il primo Boccino d’Oro che Harry vinse nel Quidditch e glielo lasciò in eredità, consapevole che Harry era la persona più altruista che avesse mai conosciuto e che avrebbe protetto la pietra prima che finisse nelle mani sbagliate.

Alla fine, abbiamo appreso che Silente era più del semplice mago più potente di tutti i tempi. Non era solo saggio, intelligente e compassionevole ⏤ era anche pieno di rimorsi, e profondamente imperfetto. In altre parole, Albus Silente era proprio come tutti gli altri.