Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Prima di iniziare, ecco una tabella sintetica che mostra l’ordine cronologico di ciascun proprietario e il tempo approssimativo in cui sono stati in possesso della bacchetta:

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Grafico della proprietà della bacchetta di sambuco e sequenza temporale della tabella (in ordine)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco
Antioch Peverell1292
Assassino di Peverell (nome sconosciuto)13° secolo
Emeric il Male Medioevo
Egberto l’EgregioMedioevo
GodelotMedioevo
HerewardMedioevo
Barnabas DeverillXVII secolo (molto probabilmente)
LoxiasInizio-metà del 18° secolo
Arcus o LiviusSconosciuto
Mykew Gregorovitch Tra il 1909 e il 1926
Gellert Grindelwald1926-1945
Albus Silente1945-1997
Draco Malfoy1997 – 1998
Tom Riddle / Lord Voldemort1998
Harry Potter1998 – Da definire
Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Ora, diamo uno sguardo più approfondito e completo a ciascun proprietario cronologicamente attraverso i secoli, a partire dal suo proprietario originale, Antioch Peverell.

Antioch Peverell (1292)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Antioch Peverell era il proprietario originale della Bacchetta di Sambuco, avendola creata lui stesso (supposizione di Silente) o avendola ricevuta in dono dalla Morte. Il possesso della bacchetta da parte di Antioch si rivelò fugace, poiché poco dopo averla acquisita, ad Antioch fu tagliata la gola e la bacchetta gli fu rubata (identità del ladro: sconosciuta).

Emeric il Male (Il Medioevo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Emeric era un potente mago oscuro (un mago che praticava principalmente le Arti Oscure) che cavalcava un drago (sì, un drago).
Sebbene non si sappia esattamente come Emeric sia riuscito a mettere le mani sulla Bacchetta di Sambuco, possiamo essere abbastanza certi che basandosi solo sul suo nome, non l’abbia presa con mezzi né gentili né scrupolosi.
Ci sono, tuttavia, molte più informazioni su cosa fece esattamente Emeric dopo aver brandito la Bacchetta di Sambuco.
Fu scritto che Emeric continuò a tracciare un percorso infernale e brutale attraverso il sud dell’Inghilterra durante il medioevo.
L’incubo di Emeric fu finalmente fermato da un altro potente mago, Egbert l’Egregio, in un duello testa a testa.

Egbert l’Egregio (Il Medioevo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Non ci sono molte informazioni su Egbert, ma sappiamo che divenne il successivo possessore della Bacchetta di Sambuco sconfiggendo “Emeric il male” in un intenso duello. Per quanto tempo abbia posseduto la bacchetta è solo una questione di speculazione. Silente sospettava che Egbert non sia sopravvissuto a lungo dopo averla acquisita.
Dato che Egbert fu in grado di sconfiggere Emeric mentre era in possesso della Bacchetta di Sambuco, possiamo supporre che Egbert fosse un formidabile mago con una particolare abilità nel combattimento.
Infatti, Egbert fu l’unico mago conosciuto (ad eccezione nientemeno di Albus Silente, ma ne parleremo più avanti) che rivendicò la proprietà della Bacchetta di Sambuco sconfiggendo il suo padrone in un duello.
E, proprio come il suo predecessore, se dobbiamo credere a soprannomi e titoli, possiamo anche essere certi che Egbert si guadagnò il titolo di egregio attraverso alcuni atti gravemente deplorevoli e atroci.
Il destino esatto di Egbert dopo aver padroneggiato la bacchetta è sconosciuto, così a chi passò la bacchetta.
Alcuni sospettarono che l’abbia tramandata ai suoi figli, mentre altri credevano che anche Egbert sia stato sconfitto e ucciso in un duello, in modo simile a quelli prima di lui.

Godelot (Il Medioevo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Il rapporto di Godelot con la Bacchetta di Sambuco era leggermente diverso da quelli che l’avevano padroneggiato prima di lui. Godelot trovò la bacchetta una fonte di grande conoscenza e ispirazione. E, sebbene Godelot non fosse violento come i suoi predecessori, le sue intenzioni furono altrettanto oscure.
Con l’aiuto della bacchetta, Godelot scrisse il leggendario libro Magick Most Evile, che divenne un pezzo cruciale della letteratura nel mondo dei maghi, ma soprattutto per gli studenti delle Arti Oscure. Il libro era un riferimento per gli incantesimi e le pozioni più ripugnanti e fu anche uno dei primi pezzi di letteratura a fare riferimento agli Horcrux.

E, come avrai sospettato, Godelot non morì per cause naturali. Piuttosto, il destino di Godelot fu il più oscuro di sempre. Godelot fu intrappolato e lasciato morire nella sua stessa cantina da suo figlio, Hereward. Una volta che Godelot morì, Hereward prese la Bacchetta di Sambuco per conto suo.

Hereward (Il Medioevo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Cosa abbia fatto esattamente Hereward dopo aver ottenuto la bacchetta è in qualche modo un mistero.
Si sospetta che Hereward sia stato ucciso in modo simile a quelli prima di lui, molto probabilmente per essere stato assassinato o per aver perso un duello con un mago rivale.

Barnabas Deverill (Inizio del XVIII secolo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Non è fino all’inizio del diciottesimo secolo che la Bacchetta di Sambuco riapparve nei libri di storia, e questa volta fu nelle mani del mago oscuro e abile stregone Barnabas Deverill. Il destino di Barnabas fu simile a quello di Emeric, in quanto il suo regno malvagio terminò solo con l’usurpazione di un mago più oscuro e molto più potente.
Fu un temibile stregone, fino a quando il suo regno del terrore non fu posto fine” da Loxias che uccise Barnabas e padroneggiò la bacchetta.

Loxias (inizio – metà del XVIII secolo)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Loxias fu l’ennesimo mago oscuro che uccise Barnabas e prese la Bacchetta di Sambuco per conto suo. Loxias continuò a usare liberamente la bacchetta per uccidere coloro di cui non si fidava. 
Fu infine sconfitto, in modo simile ai suoi predecessori prima di lui.
Fu anche colui che coniò notoriamente il termine “Deathstick” per la Bacchetta di Sambuco.
La persona effettivamente responsabile della sconfitta di Loxias fu oggetto di dibattito e speculazione. Molti rivendicarono l’atto e l’impresa (anche sua madre). Tuttavia, secondo il calcolo di Xenophilius Lovegood, molto probabilmente si trattava di Arcus o Livius.

Arcus o Livius (Sconosciuto)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Si ritiene che Arcus o Livius siano diventati il ​​prossimo proprietario della “Bacchetta di Sambuco” dopo Loxias. Tuttavia, non ci sono fonti è anche a questo punto che Xenophilius Lovegood ammette che la storia della Bacchetta di Sambuco divenne particolarmente difficile da rintracciare.

Mykew Gregorovitch (~1909-1926)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

La Bacchetta di Sambuco fa la sua apparizione nel diciannovesimo secolo nelle mani del famoso produttore di bacchette Mykew Gregorovitch. Non sappiamo quando (né come) Mykew sia entrato in possesso della Bacchetta di Sambuco, ma sappiamo che gli fu rubata nel 1926 da Gellert Grindelwald.
Mykew si rivelò il proprietario più “innocente” (o ingenuo) della bacchetta, poiché, a differenza di ogni predecessore prima di lui, non la usò come espediente per realizzare grandiosi piani di potere.
Piuttosto, dopo aver realizzato l’esatta portata del potere della bacchetta, dedicò molto tempo e risorse allo studio e al tentativo di duplicare il suo potere unico e straordinario.
E, di conseguenza, una sera fatidica, nel tentativo di affrontare un intruso nella sua officina, venne colpito da uno Stupeficium. L’intruso scappò da una finestra con la bacchetta di sambuco in mano.

Gellert Grindelwald (1926-1945)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Quell’intruso non era altro che un giovane Gellert Grindelwald. E, per un colpo di fortuna, l’incantesimo Stupeficium su Mykew da parte di Gellert fu sufficiente per trasferire la legittima proprietà della bacchetta a Gellert, facendo di lui il successivo maestro.
Grindelwald possedette la bacchetta per 21 terribili anni fino a quando non la perse in un duello con Albus Silente.
Gellert fece amicizia con un giovane Albus Silente che incontrò a Godric’s Hollow. Tuttavia, la loro relazione fu distrutta per sempre dal tragico omicidio della sorella di Silente, Ariana. Sebbene i dettagli della sua morte non fossero certi, Gellert era il principale sospettato del suo omicidio.
In quanto tale, si ritirò e si addentrò più a fondo nelle arti oscure. Gellert divenne famoso nel mondo dei maghi, un mago oscuro che rivaleggiò solo con lo stesso Signore Oscuro: Voldemort.
Albus alla fine rintracciò Gellert su impulso della comunità magica in cerca di giustizia per Ariana e per fermare il suo regno del terrore. Silente sconfisse (ma non uccise) Gellert in un duello frontale e, quindi, divenne il nuovo maestro della Bacchetta di Sambuco.

Albus Silente (1945-1997)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Quando Albus Silente sconfisse Grindelwald nel 1945, la padronanza della Bacchetta di Sambuco passò a lui, in un duello che fu considerato il più grande duello nella storia del mondo magico. Albus alla fine concesse il possesso della bacchetta a Draco Malfoy dopo che fu colpito dal suo incantesimo disarmante. Tuttavia, questo trasferimento di proprietà fu all’insaputa di tutte le persone coinvolte e la bacchetta venne sepolta con Silente dopo la sua morte.
Albus fu senza dubbio, uno dei maghi più potenti della storia.
A differenza di quei maghi che esercitavano un grande potere prima di lui, Silente usò i suoi poteri principalmente per il bene. Mentre altri si sarebbero lasciati corrompere dalle arti oscure e dalla sete di potere, Silente fu una forza del bene (molto necessaria) nel mondo dei maghi.
Lo stesso vale per il modo in cui Albus scelse di usare la bacchetta una volta diventato il suo padrone. Silente usò la Bacchetta di Sambuco per realizzare grandi cose, inclusa l’evocazione altamente avanzata del Fuoco Gubraithiano o “Fuoco eterno”, una fiamma che non si spegne mai, anche dopo la morte dell’incantatore originale.
La Bacchetta di Sambuco fu anche cruciale nella battaglia di Albus con Voldemort e i Mangiamorte. Albus respinse un attacco a Hogwarts da parte dei Mangiamorte e la usò anche per difendersi dallo stesso Voldemort.
Tuttavia, dopo aver realizzato la forza e il potere crescenti che erano Voldemort e il suo culto, Silente si rassegnò al suo destino e ordinò un piano con Severus Piton per impedire che la Bacchetta di Sambuco cadesse nelle mani di Voldemort.
Questo piano fu interrotto dall’intromissione e dall’interferenza inaspettate del rivale Draco Malfoy. Silente, debole a causa della Bevanda della Disperazione, perse il possesso della Bacchetta di Sambuco dopo essere stato colpito con successo dall’incantesimo disarmante di Draco.
Nel tentativo di portare a termine il piano originale, Piton intervenne uccidendo Silente con la Maledizione Mortale prima che chiunque altro potesse farlo.
Tuttavia, all’insaputa di tutti, incluso lo stesso Malfoy, l’incantesimo disarmante fu sufficiente per trasferire la proprietà della Bacchetta di Sambuco da Albus a Draco prima che Piton potesse annullare i suoi poteri.

Draco Malfoy (1997-1998)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Il possesso della bacchetta da parte di Draco fu piuttosto anti-climatico e di breve durata. La Bacchetta di Sambuco fu sepolta insieme a Silente all’interno della sua tomba. Non venne disturbato fino a quando non venne finalmente trovato da Lord Voldemort un anno dopo.

Lord Voldemort (1998)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco

Voldemort non divenne mai il vero proprietario né maestro della bacchetta.
La ricerca della Bacchetta di Sambuco da parte sua fu a dir poco implacabile e brutale. Uccise innumerevoli vittime nella sua ossessione, inclusi i due precedenti maestri della bacchetta, Grindelwald e Gregorvitch. Dopo aver acquisito la bacchetta dalla tomba di Albus, Voldemort si rese presto conto di non essere ancora il vero maestro della bacchetta.
Pensò che fosse Piton il legittimo proprietario in quanto era stato lui a uccidere Silente e pertanto lo fece uccidere dal suo serpente Nagini, credendo così di impossessarsi della bacchetta.
Non è fino alla resa dei conti finale con Harry nella battaglia di Hogwarts che Voldemort si rese conto che non fu mai il vero maestro della bacchetta. Piuttosto, quel titolo fu nientemeno che di Harry.

Harry Potter (1998 – Da definire)

Ecco tutti i maghi che hanno posseduto la bacchetta di Sambuco
Nei libri non spezza la bacchetta

Harry Potter invece, il quale aveva assistito agli ultimi attimi di vita di Silente, dedusse che il legittimo proprietario della bacchetta era Draco Malfoy – visto che era stato lui a disarmare Silente prima della sua morte, diventando così il suo nuovo proprietario. Circa un anno dopo, Harry disarmò Draco, diventando, il successivo proprietario della Bacchetta.
Quando Lord Voldemort scagliò l’Anatema che Uccide contro Harry, la bacchetta si rifiutò di attaccare il suo vero padrone e rimbalzò indietro, uccidendo colui che aveva scagliato la maledizione, Lord Voldemort. Harry, nuovo e originario padrone della bacchetta, la usò per riparare la sua prima bacchetta. Quindi la ripose nuovamente nella tomba di Silente, dichiarando che aveva creato molti più danni di quanti ne fossero sufficienti.
Se Harry morirà di morte naturale, allora il potere della Bacchetta di Sambuco, il quale padrone non era stato sconfitto in battaglia, si annullerà.