Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

Helena Corvonero nacque in Gran Bretagna del X secolo da Cosetta e da un padre mago senza nome, presumibilmente di purosangue.
Non si sa in quale parte delle isole britanniche sia cresciuta, ma ci sono prove che abbia avuto radici scozzesi.

FACEBOOKūüĎČCiakQuiz.PotterūüĎą
INSTAGRAMūüĎČCiakQuiz.PotterūüĎą
TELEGRAMūüĎČCiakQuiz.PotterūüĎą

Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

Cosetta Corvonero era una donna abbastanza severa e intimidatoria.
Da bambina, per la giovane Helena fu difficile entrare in contatto emotivamente con lei e questo influenzò molto il loro rapporto.

Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

All’et√† di undici anni, Helena divenne una delle prime generazioni di studenti della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Fu smistata nella casa Corvonero , la casa di sua madre e fu educata nelle arti¬†magiche¬†da sua madre durante i suoi anni di formazione.
Sebbene Helena non parlò mai dei suoi giorni passati a scuola in nessuno dei libri di Harry Potter, è probabile che non furono stati anni facili.

Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

Con una madre cos√¨ rispettata, saggia e potente, la pressione di essere sempre all’altezza del nome della sua famiglia doveva essere a volte insopportabile.
Questo lo confermò la stessa Helena quando parlò con Harry:

¬ęHo rubato il diadema. Ho cercato di rendermi pi√Ļ intelligente, pi√Ļ importante di mia madre‚ÄĚ.

Purtroppo, le sue parole rivelarono una giovane donna profondamente insicura e gelosa, incapace di accontentarsi di ciò che era e di ciò che aveva.
Ad altri poteva sembrare che Helena avesse un’alta stima di s√© stessa (fu descritta come “altera” e “orgogliosa” da Harry nei Doni della Morte), tuttavia, era chiaro dalle sue azioni che pensava esattamente il contrario, desiderando di essere come sua madre e persino di superarla.
A causa del periodo storico in cui fu fondata Hogwarts, √® molto probabile che la famiglia Corvonero fosse di origine nobile, poich√© la mobilit√† sociale era quasi sconosciuta e solo le persone pi√Ļ ricche avrebbero potuto fondare una scuola.
E questo poteva confermare che il privilegio di Helena abbia alimentato la sua importanza personale e il suo orgoglio giocando un ruolo cruciale nella sua morte.
Invidiosa dell’intelligenza e dell’importanza di sua madre, la giovane Helena rub√≤ il diadema magico di sua madre nella speranza di superarla in saggezza e scapp√≤ dalla Scozia, credendo che l’oggetto l’avesse aiutata a diventare abbastanza saggia da poterla superare.
Non si sa nulla di ciò che fece durante questo periodo, ma si presume che abbia cercato di farsi un nome.
Vergognandosi del tradimento di sua figlia, Rowena non ammise mai il tradimento nascondendo il fatto che il diadema non era pi√Ļ in suo possesso.

Negli anni successivi, Cosetta si ammal√≤ e sul punto di morte chiese al giovane Barone Sanguinario di trovare Helena in modo che potesse vedere sua figlia un’ultima volta e perdonare il suo errore passato.
Helena cerc√≤ di nascondersi da lui, ma il barone riusc√¨ a rintracciarla in una foresta in Albania. Quando sent√¨ il barone sgattaiolare attraverso la foresta verso di lei, nascose il diadema all’interno di un albero cavo. 

Il barone innamorato la implor√≤ di tornare da sua madre, ma l’orgogliosa Helena si rifiut√≤ e rifiut√≤ anche le sue avances romantiche.
Furioso per il suo rifiuto, il barone andò su tutte le furie, estrasse un coltello e la colpì a morte.
Dopo aver visto tutto l’effetto di ci√≤ che aveva fatto, pieno di rimorso si pent√¨ della sua azione e si uccise pugnalandosi a morte.

Helena e il Barone tornarono dalla morte come fantasmi e divennero noti come “La Dama Grigia e Il Barone Sanguinario”.

Ecco la terribile storia di Helena Corvonero

Ma perché sono tornati? I maghi potevano tornare come impronte spettrali di sé stessi solo quando credevano di avere ancora affari in sospeso sulla terra. Il fantasma di Grifondoro Nick quasi senza testa si descrisse come un codardo per essere rimasto nel nostro mondo.

Helena¬†si sentiva legata a Hogwarts e forse¬†al¬†ricordo¬†di¬†sua madre.¬†√ą del tutto possibile che¬†Helena¬†abbia provato rimorso per la sua improvvisa partenza e abbia voluto servire la memoria di sua madre rimanendo come¬†il¬†fantasma residente¬†della¬†sua casa e (ironia della sorte) fornendo saggezza alle¬†migliaia¬†di¬†studenti di¬†Corvonero.
Sfortunatamente,¬†la¬†stessa vanit√† che port√≤ alla morte di¬†Helena, fu quello che contribu√¨ a determinare¬†l’ascesa¬†del¬†pi√Ļ¬†potente Mago Oscuro¬†di¬†tutti i tempi.

La storia della Dama Grigia √® affascinante e straziante. Helena Corvonero era una donna guidata dall’insicurezza e dal desiderio di un’identit√† personale. Anche se fu una strega immaginaria, le sue lotte furono familiari. Tutti desideriamo uno scopo, l’ammirazione e l’amore. Possiamo anche desiderare di essere saggi e intelligenti, ma, proprio come Helena, possiamo essere consumati da queste cose.

Tutto sommato, la vita di Helena era solitaria; i suoi standard erano cos√¨ alti che non trov√≤ mai l’amore, lasciando tutti gli amici alle spalle alla ricerca dell’importanza. Non riusciva a vedere il valore di ci√≤ che gi√† aveva e alla fine perse tutto in un aldil√† di rimpianti.

Se c’√® una cosa che per√≤ possiamo apprendere dalla sua storia, √® questa: i libri e l’intelligenza vanno bene, ma ci sono cose pi√Ļ importanti: l’amicizia e il coraggio.

Un uomo saggio una volta disse queste parole:

“Un po‚Äô di follia, quel tanto che basta per godersi la vita, e un po‚Äô di saggezza per evitare gli errori: questo basta. Ricorda solo una cosa: tutto ci√≤ che senti essere bello, √® bello, e tutto ci√≤ che ti rende felice, lieto, √® la verit√†. Lascia che questo sia il tuo unico criterio. Non preoccuparti delle opinioni degli altri. Lascia che questa sia la tua pietra di paragone ‚Äď tutto ci√≤ che ti fa felice, dev‚Äôessere vero.”

Osho Rajneesh

Forse la giovane Helena si sarebbe risparmiata molto dolore se avesse saputo queste parole.