Ecco perché per me Albus Silente è un antieroe

Ecco perché per me Albus Silente è un antieroe

Albus Silente fa alcune scelte discutibili nei libri di Harry Potter. 
Da un lato, Silente protegge sempre i suoi studenti e cerca di ispirare il meglio in loro. Dall’altro non dice subito a Harry della profezia. Questi fatti rendono Silente né un eroe né un cattivo. Silente si adatta meglio alla categoria degli antieroi, un personaggio principale privo di tratti eroici tradizionali.

Gli antieroi non sempre fanno scelte sbagliate o hanno cattive intenzioni. Gli antieroi sono spesso personaggi pessimisti fuorviati. Dal momento che si discostano dagli eroi stereotipati, possono essere più interessanti da leggere. Se penso ad alcuni dei miei antieroi preferiti sono personaggi che hanno tutti una cosa in comune: le imperfezioni. 
Anche Silente è un personaggio imperfetto: cerca il potere, apprezza il proprio interesse personale e usa il suo intelletto per ottenere ciò che vuole. Silente non va mai oltre il limite per diventare un cattivo; infatti, interrompe la sua relazione con Grindelwald a causa della sua paura di diventare malvagio ed egoista. Silente, come molti altri antieroi, è egoista ma non in misura malvagia.

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Ecco perché per me Albus Silente è un antieroe

Premetto che adoro Silente come personaggio e penso che sia il più grande personaggio mago mentore creato dai tempi di Gandalf. 
Tuttavia, riconosco le sue mancanze. Non ho mai pensato a Silente come all’eroe di Harry Potter libri, e pensare a lui come tale significa ignorare i suoi punti di forza e di debolezza come personaggio. Nessuno nega che Silente sia un personaggio ben scritto, ma parte della maestria del suo personaggio è dovuta alla volontà della Rowling di esporre le sue debolezze così come i suoi grandi atti. 
Silente si propone di fare la cosa giusta a causa degli errori che fa da giovane. Quando perde sua sorella, si rende conto che la sua più grande debolezza è la sua sete di potere. 
Ammiro che Silente faccia un grande sforzo per ridurre questa debolezza. Invece di diventare ministro, cerca di aiutare gli studenti di Hogwarts. Nonostante il suo desiderio di potere e influenza, cerca di aiutare le persone.

Ecco perché per me Albus Silente è un antieroe

Gli antieroi possiedono comunemente tratti come avidità e ambizione, tratti solitamente associati ai cattivi. Tuttavia, anche gli antieroi sono imperfetti rispetto agli eroi. Gli antieroi sono amati quanto gli eroi, se non di più, perché gli antieroi sono più riconoscibili. Mentre i tradizionali eroi dell’avventura non commettono mai errori, gli antieroi commettono errori e imparano da essi. In questo modo, gli antieroi sono più umani. Silente fa molti errori. Ad esempio, si fida di Grindelwald, ignora Harry durante Harry Potter e l’Ordine della Fenice, e non si accorge quanto è depresso Sirius. Gli errori di Silente derivano dalla sua stessa ambizione. È così concentrato sul raggiungimento del potere o sul prendere tutte le decisioni che non comunica con le persone a lui più vicine. Dal momento che non riesce a comunicare adeguatamente con Harry, Harry presume solo che lo stia trattando male ignorandolo. 
Silente cerca di rinunciare al potere, ma i suoi istinti perseverano, spesso crede di avere ragione, quindi crede che la sua idea di ignorare Harry sia valida.

Ecco perché per me Albus Silente è un antieroe

Un’altra somiglianza che Silente condivide con gli antieroi è un tragico retroscena. Gli antieroi nascono spesso da un’esperienza sconvolgente. Tuttavia, è quella terribile esperienza e la loro reazione ad essa che li porta a diventare personaggi imperfetti. 
Nel caso di Silente, è stato perdere sua sorella e lottare per prendersi cura della sua famiglia. Quando pensa che Grindelwald abbia causato la morte di sua sorella, Silente ne è devastato. 
Finisce per perdere due persone che ama: sua sorella e il suo amico. Dal momento che la scelta degli amici di Silente provoca una tragedia, è per sempre colpito dall’evento. Dal momento che Silente conosce solo la tragedia e il dolore, non può diventare un eroe idealista e pieno di speranza.

Nonostante le sue lotte per rimanere un buon mago è continuamente tentato dalla sua personalità egocentrica. Tuttavia, riesce a sconfiggere Grindelwald e sacrificare la sua vita in modo che Piton possa rimanere un doppiogiochista. 
Alla fine, Silente dà la sua vita proprio come fanno gli eroi nella serie di Harry Potter, e questo lo rende un antieroe che vale la pena di ammirare e amare.