Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso

Se calcoliamo il numero di volte in cui Harry ha affrontato direttamente Voldemort, non dovrebbe sorprendere i lettori che sia un totale di sette volte. La serie Potter è piena di sette e, come ho recentemente iniziato a esplorare, molti di questi sette rientrano in uno schema 3-2-1-1 dettato dall’enigma delle pozioni nella Pietra filosofale delle 7 bottiglie:
3 pozioni contengono veleno
2 pozioni contengono vino di ortica
1 pozione ti porta avanti
1 pozione ti porta indietro

Le sette volte in cui Harry combatte contro Voldemort rientra nel nostro schema prestabilito, se le si guarda dal punto di vista di Voldemort. Meglio ancora, si adattano in ordine cronologico alla soluzione dell’enigma delle pozioni!

Davanti a voi è il pericolo, dietro la sicurezza.
Due tra di noi vi aiutano, usate la destrezza.
Una sola, di sette, vi lascerà avanzare.
Se un’altra ne berrete, vi farebbe arretrare.
Due son piene soltanto di nettare d’ortica.
Tre, assassine, s’apprestano alla loro fatica.
Scegliete o resterete per sempre tra i supplizi.
Per aiutarvi a scegliere, vi diamo quattro indizi:
Primo, seppur subdolamente il velen non si svela,
Il vino delle ortiche alla sinistra cela;
Secondo, differenti sono quelle agli estremi
Ma per andare avanti rimangono problemi;
Terzo, come vedete, non ve n’è una uguale
Sol di nana e gigante il vin non è letale;
Quarto, la seconda a dritta e la seconda a sinistra
Sono gemelle al gusto, ma diverse alla vista.



Severus Piton La Pietra Filosofale

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Battaglia 1: Pietra filosofale

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoFuffi
Il Tranello del Diavolo
Partita a scacchi
2 pozioni contengono vino di orticaIl Troll
Le pozioni di Piton
1 pozione ti porta avantiLe chiavi
1 pozione ti porta indietrolo Specchio delle Brame

Il primo confronto tra Harry e Voldemort arriva con un sette incorporato: i sette ostacoli che proteggevano la Pietra. Uno di questi ostacoli è l’enigma delle pozioni.

Tre degli ostacoli cercano attivamente di ferire il trio: Fuffi (che quasi li mangia), Il Tranello del Diavolo (che quasi li soffoca) e la partita di scacchi (in cui i pezzi degli scacchi si affrontano a vicenda e uno fa perdere i sensi a Ron). Questi sono le tre pozioni che contengono veleno.

Due degli ostacoli sono passivi: il troll che è già stato eliminato e l’enigma delle pozioni.
Le pozioni non fanno nulla per cercare di danneggiare attivamente qualcuno: un “uso della logica “ fa passare Harry. Questi sono le due pozioni che contengono vino di ortica.

Uno: Le chiavi volanti non cercano di ferire il trio; consentono loro di andare avanti verso il pericolo (il pericolo è il prossimo ostacolo, la partita a scacchi, che è l’unico che effettivamente fa male al trio). Le chiavi è la pozione per andare avanti.

E lo Specchio delle Brame è la pozione per tornare indietro. Lo Specchio è progettato per proteggere la Pietra da chiunque la stia cercando (a meno che non siano ridicolmente altruisti come Harry). Lo Specchio rappresenta quindi il ritorno verso la salvezza – non c’è pericolo da esso, e serve come una battuta d’arresto per chiunque voglia inseguire la Pietra.

Battaglia 2: Camera dei Segreti

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoColin Canon
Justin Finch-Fletchley
Mrs Purr.
2 pozioni contengono vino di orticaHermione
Penelope Light
1 pozione ti porta avantiGinny Weasley
1 pozione ti porta indietroNick-quasi-senza-testa

Prima che Harry affronti Tom Riddle nella Camera dei Segreti, ci sono sette vittime che vengono pietrificate o portate nella Camera per morire.

Tre delle vittime incriminano direttamente Harry: Colin Canon, Justin Finch-Fletchley e Mrs Purr. Come sussurra succintamente Ernie Macmillan ai suoi compagni Tassorosso,

Queste parole furono seguite da un animato mormorio; poi Ernie prosegui: «Vi ricordate quel che era scritto sui muri? Temete, Nemici dell’Erede. Potter ha avuto una specie di battibecco con Gazza. Sappiamo che subito dopo la gatta di Gazza ha subito un attentato. Quel ragazzo del primo anno, Canon, ha infastidito Potter durante la partita di Quidditch, scattandogli foto mentre lui era lungo disteso nel fango. E non passano poche ore che anche Canon viene aggredito».

Viene quindi percepito che Harry ha ordinato a un serpente di mordere Justin, quindi quando Justin rimane pietrificato, Harry viene “colto sul fatto”, come esclama in modo così drammatico Ernie.
Questi tre attacchi servono ad avvelenare il corpo studentesco contro Harry, portandoli tutti a credere che sia l’erede sanguinario di Serpeverde. Questi sono le tre pozioni che contengono veleno.

Hermione e Penelope Light sono le due pozioni che contengono vino di ortica: non incriminano Harry (ma piuttosto lo scagionano) e inizialmente non forniscono slancio né in avanti né all’indietro.

Nick quasi senza testa rappresenta la pozione per tornare indietro: Nick avrebbe dovuto essere al sicuro, in quanto fantasma. Era già morto ed era già stato riportato indietro come un fantasma, e il Basilisco lo riportò verso la morte.

Strano a dirsi, quel che sembrava preoccupare di più era la sorte toccata a Nick-Quasi-Senza-Testa. Chi poteva fare una cosa del genere a un fantasma? Quale forza terribile aveva il potere di far del male a chi era già morto?

La Camera dei segreti

Ginny che viene portata nella Camera stessa rappresenta la pozione in avanti. È il suo rapimento che costringe Harry e Ron ad andare avanti verso il pericolo. Poiché è stata rapita, Harry e Ron finalmente entrano nella Camera dei Segreti per affrontare il Basilisco e avere quel secondo confronto contro Voldemort.

Battaglia 3: La resurrezione di Voldemort

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoIl sangue di unicorno
Sangue del nemico
Carne del servo
2 pozioni contengono vino di orticaOssa del Padre
Acqua del Calderone
1 pozione ti porta avantiil veleno di Nagini
1 pozione ti porta indietrobambino rannicchiato

Prima che Harry e Voldemort duellino nel cimitero in Il Calice di fuoco, Voldemort ha bisogno di recuperare il suo corpo. Per fare questo, Voldemort usa un “incantesimo della Magia Oscura” che coinvolge carne, sangue e ossa; affinché funzioni, tuttavia, aveva prima bisogno di un corpo rudimentale da lui creato attraverso incantesimi e pozioni “di [sua] invenzione”. Ci sono sette ingredienti in totale e si allineano con il modello.

Tre degli ingredienti richiedono di ferire qualcun altro. Il sangue di unicorno che Voldemort usa per tornare alla forma di un bambino rannicchiato. “Sangue del nemico, preso con la forza” implica il ferire Harry , “Carne del servo, donato con l’assenso” chiede la mano di Codaliscia. Queste sono le tre pozioni contengono veleno.

Due degli ingredienti sono completamente passivi. “Osso del padre, donato a sua insaputa” non riguarda nessuno. Harry commenta che il calderone “era pieno di quella che sembrava essere acqua”, e l’acqua è un ingrediente del tutto insignificante. L’osso e l’acqua sono le due pozioni che contengono vino di ortica

Un bambino rannicchiato rappresenta la pozione per tornare indietro. Rappresenta letteralmente un ritorno all’infanzia: “aveva la forma di un bambino rannicchiato” e “sembrava quasi indifeso”. 
Voldemort stesso in seguito afferma che questo doveva “restituirlo a un corpo rudimentale e debole”. Tutto in questa forma è rappresentativo di un arretramento, una regressione a un sé più giovane e più debole.

Il veleno di Nagini, invece, rappresenta la pozione per avanti. É il suo veleno è ciò che gli permette di mantenere un corpo e ritrovare le forze – “pochi giorni da solo [senza veleno] sarebbero sufficienti per privare [Voldemort] della poca salute che [egli] ha riguadagnato” 


«Devi mungerla prima di coricarci, Codaliscia» disse la seconda voce. «Avrò bisogno di nutrirmi durante la notte. Il viaggio mi ha stancato immensamente».

È una perversione del latte materno, che permette ai bambini di crescere e svilupparsi. Il veleno di Nagini è quindi la pozione per andare avanti.

Battaglia 4: Dipartimento dei Misteri

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoLa Stanza del Tempo
La Stanza dei Cervelli
La Stanza della morte
2 pozioni contengono vino di orticaLa Stanza dei Pianeti
La Stanza chiusa
1 pozione ti porta avantiLa Stanza delle Profezie
1 pozione ti porta indietroLa Stanza del Tempo

Prima che Harry affrontasse Voldemort per la quarta volta da record in L’Ordine della fenice, lui ei suoi amici combattono i Mangiamorte per 40 pagine nel Dipartimento dei Misteri. Ci sono sette stanze che contribuiscono a questa battaglia.  

Una volta iniziata la battaglia, ci sono tre stanze in cui gli alleati di Harry vengono gravemente feriti. 

  • La Stanza del Tempo
  • La Stanza dei Cervelli
  • La Stanza della morte

In “un piccolo ufficio buio e disordinato” adiacente alla La Stanza del Tempo, Harry, Hermione e Neville si affrontano con Dolohov e Jugson. 
Dolohov lancia una fiammeggiante stria purpurea sul petto di Hermione; Hermione “cade in ginocchio sul pavimento dove rimane immobile”. Dolohov poi tira un calcio violento a Neville, spezzandogli la bacchetta e centrandogli il naso rompendoglielo.

Si riuniscono di nuovo con Ron, Ginny e Luna e corrono nella La Stanza dei Cervelli. Nella La Stanza dei Cervelli, Luna viene maledetta da un Mangiamorte mentre chiude a chiave una porta, e Ron viene strangolato da un cervello.

L’ultima stanza in cui gli alleati di Harry vengono feriti è La Camera della Morte o del Velo, dove Dolohov ferisce Moody, Bellatrix ferisce Tonks e infine Bellatrix uccide Sirius. Le tre stanze in cui il procuratore distrettuale e l’Ordine subiscono le ferite corrispondono alle tre pozioni che contengono veleno

Due delle stanze non vedono alcun duello conclusivo: La Stanza dei Pianeti e la Stanza chiusa. Quest’ultima è un locale inaccessibile, la cui porta non può essere aperta né con la forza bruta né con la magia e quindi in realtà non si svolgono duelli lì. Harry non entra mai nella Stanza dei Pianeti; solo Ron, Ginny e Luna lo fanno. 
Ginny si rompe una caviglia, Ron viene colpito da un incantesimo confudus e Luna fa esplodere Plutone in faccia a un Mangiamorte.  Ma tutti questi duellanti sono ancora in grado di continuare a combattere in seguito, quindi non c’è un impatto duraturo. Così, la Stanza dello Spazio e la Stanza Chiusa sono le due pozioni che contengono vino di ortica.

Le Pozioni che portano Avanti e indietro sono più evidenti qui che altrove. 
La stanza che porta avanti è la Stanza delle Profezie, che si occupa di guardare avanti nel tempo. Questo è in linea con l’andare avanti verso il pericolo poiché questa è la stanza in cui i Mangiamorte mettono all’angolo Harry e i suoi amici.

La stanza che porta indietro è la Stanza del Tempo, dove il tempo si muove letteralmente all’indietro. Funziona anche con l’idea di tornare al sicuro poiché la Stanza del Tempo è l’unica stanza in cui Harry ei suoi amici sconfiggono definitivamente un Mangiamorte (quello a cui trasformano la testa in quella di un bambino).

Battaglia 5: I Sette Potter

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoMundungus
Hermione
Harry
2 pozioni contengono vino di orticaFleur
Fred
1 pozione ti porta avantiRon
1 pozione ti porta indietroGeorge

C’è un sette piuttosto ovvio nella Battaglia dei Sette Potter, e i sette Potter rientrano nello schema.

Voldemort è sicuramente rappresentativo di un veleno, quindi i tre Potter che Voldemort insegue direttamente corrispondono alle tre pozioni che contengono veleno. Voldemort è andato per la prima volta dritto verso Mundungus, che era accompagnato da Malocchio Moody. 
Quando Mundungus si smaterializza, Voldemort parte all’inseguimento di Hermione e Kingsley ma svanisce abbastanza rapidamente”. 
Questo perché Harry dà il via con l’Incantesimo Disarmante, quindi Voldemort insegue Harry finché Harry non arriva al rifugio.  Le tre pozioni che contengono veleno sono Mundungus, Hermione e Harry, in questo caso.

Ciò lascia Fleur e Fred, che erano rispettivamente con Bill e Arthur, come e due pozioni che contengono vino di ortica. Nessuno dei due ha avuto inseguimenti particolarmente movimentati, o almeno non quelli di cui sentiamo parlare. Bill e Fleur parlano di cosa è successo a Mundungus e Malocchio, mentre Fred e Arthur non si scambiano storie e possono precipitarsi a vedere George.

Quello che rappresentava la pozione per andare avanti sarebbe Ron, che era in coppia con Tonks. Si stavano muovendo verso il pericolo poiché Bellatrix stava cercando di ucciderli. Ma Ron e Tonks furono anche l’unica coppia confermata ad aver causato danni ai ranghi di Voldemort: Ron ha “Schiantato un Mangiamorte dritto in testa”, e “feriscono definitivamente Rodolphus”. Questo sta portando avanti la causa; quindi, Ron è la pozione avanti

L’unico dei sette Potter che viene gravemente ferito è George, che perde un orecchio.
Lo ha perso a causa di Piton, che avrebbe dovuto tenerli al sicuro ma ha avuto un “incidente”. La sicurezza per cui Piton stava lottando e la battuta d’arresto di aver perso un orecchio indicano che George è la pozione che porta indietro.

Battaglia 6: Godric’s Hollow

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoLily Potter
James Potter
Bathilda Bath.
2 pozioni contengono vino di orticaI Fratelli Silente
1 pozione ti porta avantiIgnotus Peverell
1 pozione ti porta indietroVoldemort

Le ragioni di Harry per visitare Godric’s Hollow e successivamente fuggire da Voldemort sono numerose, ma tutte riguardano persone morte a Godric’s Hollow, tra cui i suoi genitori e il capofamiglia di Silente. Ci sono un totale di sette morti che portano agli eventi che si verificano a Godric’s Hollow.

Possiamo mantenere Voldemort come nostro indicatore di veleno perché tre delle morti sono causate da lui: Le tre pozioni che contengono veleno: Lily Potter, James Potter e Bathilda Bath.

Poi ci sono le tragiche morti di Kendra e Ariana Silente. 
Ariana ha avuto un episodio in cui le sue emozioni e la sua magia sono andate fuori controllo. Suo fratello Aberforth non era in casa per calmarla, e lei ha provocato un’esplosione che ha causato la morte di sua madre. Più tardi quella stessa estate, Albus, Aberforth e Grindelwald iniziarono un duello con Ariana presente.  Ariana, all’epoca quattordicenne e incapace di controllare la sua magia, cercò di fermarli e fu inavvertitamente uccisa; non si è mai saputo quale dei tre maghi fosse direttamente responsabile della sua morte.
Queste due morti furono accidentali e non facevano parte del conflitto tra Harry e Voldemort. I fratelli Silente sono le due pozioni che contengono vino di ortica

Lo stesso Voldemort è morto a Godric’s Hollow quando la sua Maledizione Mortale gli si è ritorta contro, quindi credo che la morte di Voldemort sia correlata alla pozione per tornare indietro. 
La sua morte è causata da una maledizione che è rimbalzata su di lui. Riesce a tornare da questa “morte”. E incorporando il tema della sicurezza, la morte temporanea di Voldemort ha portato la salvezza nel mondo dei maghi per oltre un decennio.

La morte finale a Godric’s Hollow che influenza gli eventi di i Doni della Morte è quella di Ignotus Peverell, molti secoli prima. Harry ed Hermione inciampano nella sua tomba e vedono il marchio dei Doni della Morte, e questo serve per farli avanzare nella loro ricerca dei Doni e mettere in moto molte cose. Convince Hermione a perseguire il simbolo dei Doni e andare da Xenophilius Lovegood. Pertanto, la morte di Ignotus Peverell rappresenta la pozione in avanti.

Battaglia 7: Battaglia di Hogwarts

Ecco le 7 volte in cui Harry affronta Voldemort in uno schema preciso
3 pozioni contengono velenoBellatrix
Minus
Draco.
2 pozioni contengono vino di orticaLa bacchetta di Hermione
La Bacchetta di Prugnolo
1 pozione ti porta avantiLa Bacchetta di Sambuco
1 pozione ti porta indietroLa bacchetta di Harry

L’ultima volta che Harry e Voldemort si incontrano in combattimento, è risolta dalle complesse leggi sul possesso della bacchetta: Harry sta duellando con la bacchetta di Draco Malfoy, Voldemort sta duellando con la Bacchetta di Sambuco la cui fedeltà è ad Harry, e Voldemort viene finalmente sconfitto dalla bacchetta il cui “padrone non avrebbe ucciso”
Arriviamo a questo punto perché in I Doni della Morte le bacchette vengono passate come patate bollenti. In tutto il libro, Harry usa un totale di sette bacchette: la sua, quella di Hermione, la bacchetta di Prugnolo che Ron ruba da un Ghermidore, tre bacchette che il trio prende a Villa Malfoy e la Bacchetta di Sambuco.

Per chiarimenti, nella scena di Villa Malfoy, Ron prende la bacchetta di Minus e con essa disarma Bellatrix; Harry prende la bacchetta di Bellatrix e stordisce Lucius Malfoy . 
Bellatrix costringe Harry e Ron a consegnare le bacchette e le dà a Draco. Harry “afferra le tre bacchette [di Bellatrix, Codaliscia e Draco] dalla presa di Draco, le punta tutte e tre verso Greyback e urla: “Stupeficium!”. Questo è il momento in cui Harry usa la bacchetta di Codaliscia; Ron la usa come sua bacchetta mentre Harry usa la bacchetta di Draco, ed è con questa bacchetta che duella con Voldemort per l’ultima volta.

Tre delle bacchette di Harry appartenevano ai Mangiamorte: Bellatrix, Minus e Draco. Probabilmente hanno tutti commesso numerose atrocità (Hermione commenta la terribile storia della bacchetta di Bellatrix). Queste tre bacchette sono quindi le tre pozioni che contengono veleno. L’idea di un set di tre è rafforzata da Harry che li usa tutti e tre contemporaneamente, stordendo Greyback con un “triplo incantesimo”. 

Due delle bacchette che Harry usa per un certo periodo di tempo senza avere la loro fedeltà: la bacchetta di Hermione e la bacchetta di Prugnolo. Harry non fa davvero molta magia con la bacchetta di Hermione, anche se si sente “dolosamente indebolito, vulnerabile e nudo” quando la usa al posto della sua stessa bacchetta. E Harry menziona spesso che la bacchetta di Prugnolo non funziona correttamente con lui. Queste due bacchette sono le due pozioni che contengono vino di ortica

La bacchetta di Harry rappresenta la pozione indietro e la sicurezza per Harry. 
Ha protetto Harry più e più volte, nel Calice di Fuoco tra un duello con Voldemort le loro bacchette (che contenevano entrambe piume della fenice Fanny) si unirono, innescando Priori Incantatem. La bacchetta di Voldemort fu sopraffatta da quella di Harry, facendo rilasciare “ombre” di persone che aveva ucciso con essa: Cedric Diggory , Frank Bryce, Bertha Jorkins , così come Lily e James Potter.

La Bacchetta di Sambuco rappresenta quindi la pozione in avanti e il pericolo.

La Bacchetta di Sambuco provoca la morte della maggior parte delle vittime di Voldemort né I Doni della Morte – tra cui Piton, Grindelwald e Gregorovitch – e lo stesso Voldemort. La Bacchetta di Sambuco è anche ciò che fa avanzare la causa di Harry, permettendo a Harry di passare all’offensiva invece che alla difensiva per la prima volta e infine sconfigge Voldemort. Ma Harry è saggio a evitare il pericolo deposita la bacchetta di sambuco non appena ripara la sua bacchetta originale.