Ecco tutto quello che c’è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

Voldemort aveva i suoi sostenitori, un gruppo fedele di seguaci, una specie di esercito, proprio come Silente aveva il suo Ordine della Fenice.

Chi sono i Mangiamorte?

FACEBOOK👉CiakQuiz.Potter👈
INSTAGRAM👉CiakQuiz.Potter👈
TELEGRAM👉CiakQuiz.Potter👈

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

I Mangiamorte erano i più ardenti seguaci di Lord Voldemort . Il gruppo era composto principalmente da maghi e streghe suprematisti purosangue che praticavano le Arti Oscure. Lord Voldemort utilizzò questo gruppo selezionato di maghi e streghe durante la prima e la seconda guerra dei maghi, impiegandoli come sua forza d’élite. Indossavano spesso cappucci neri e maschere per coprire i loro volti con fessure per gli occhi simili a serpenti.

Gerarchia

I Mangiamorte più anziani di Voldemort, la maggior parte dei quali erano vecchi amici della casa dei Serpeverde o giovani alunni Serpeverde, per lo più purosangue, e persone molto utili a Voldemort per la loro ricchezza, abilità o spietatezza, furono conferiti con il Marchio Oscuro.
Questa era la sua cerchia ristretta, coloro che chiamò al suo fianco alla sua rinascita nel quarto anno di Harry, e che sedevano attorno al suo tavolo alto a Villa Malfoy.
Essere marchiati con il Marchio Oscuro era un simbolo del più alto status e onore nell’ordine sociale di Voldemort, ma era anche una specie di pericoloso fardello, poiché permetteva al Signore Oscuro di rintracciare, comunicare ed evocare i suoi pochi eletti. Alcuni soci, come i parenti dei Mangiamorte, erano anch’essi alla pari con i membri effettivi, in primo luogo Narcissa Malfoy .

Anche Peter Minus fu marchiato con il Marchio Oscuro, sebbene fosse considerato di grado inferiore rispetto a qualsiasi altro Mangiamorte, poiché Voldemort disdegnava la sua slealtà e lo vedeva utile solo occasionalmente, assegnandolo così a compiti umili per la maggior parte dei tempi.
L’età giocava poca influenza sulla propria introduzione nel gruppo, poiché sia ​​Draco Malfoy che Regulus Black diventarono Mangiamorte all’età di 16 anni, la loro devozione era più importante delle loro qualifiche sociali; questo era direttamente opposto all’Ordine della Fenice, che consentiva l’adesione solo a persone di età pari o superiore a 17 anni (e che avevano finito la scuola).
In effetti, Hermione Granger era inizialmente scettica sul fatto che Voldemort avesse permesso a un Draco di 16 anni di unirsi ai Mangiamorte.

Al livello successivo era consentito indossare indumenti da Mangiamorte per ottenere il rispetto che generavano, ma non erano contrassegnati. Questi sembrano includere quelli che Voldemort trovava utili ma con cui non preferiva associarsi. Anche i veri Mangiamorte consideravano questi falsi membri con mancanza di rispetto.
L’esempio più notevole era il lupo mannaro Fenrir Greyback, noto per la sua ferocia.

Sul gradino più basso c’era una massa di marmaglia solidale, fedele a Voldemort ma non abbastanza utile. Gli venivano dati ordini e opportunità di commettere crimini o avanzare attraverso i Mangiamorte senior.
Sullo stesso livello c’erano streghe e maghi sotto la maledizione Imperius (sottilmente implicita nel costituire in modo sproporzionato i deboli di volontà, come Pius O’Tusoe , “Stan” Picchetto, e i dubbiosi leali e quelli non umani di diversi gradi di senzienti come Lupi Mannari, Giganti, Dissennatori e Inferi.
Questi furono messi in servizio dai Mangiamorte, portati all’ovile con false promesse che le loro lamentele sarebbero state vendicate dopo la vittoria in battaglia.
L’intera massa era stata mobilitata per l’attacco di Voldemort a Hogwarts, anche se prima di allora erano usati solo per mantenere il nuovo regime.
Durante l’assalto di Voldemort a Hogwarts, furono usati come carne da macello destinati a testare le formidabili difese magiche di Hogwarts.

Perché il gruppo di Voldemort si chiamava Mangiamorte?

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

All’inizio, quando  Voldemort era ancora a Hogwarts, i suoi seguaci erano chiamati i Cavalieri di Valpurga.

Il nome si riferiva alla leggenda della Notte di Valpurga (30 aprile) quando streghe e creature magiche si incontravano sul monte Brocken. I Babbani riconoscevano bene questa data come la Notte di San Valpurga e si difendono dalla stregoneria e dalla sfortuna.

Più tardi, i Cavalieri si dispersero, molto probabilmente formando successivamente i Mangiamorte, ciò che menzionò anche Silente:

“In altre paroleerano i precursori dei Mangiamortee difatti alcuni di loro divennero i primi Mangiamortedopo aver lasciato Hogwarts..”

Non ci sono informazioni sull’origine del nome Mangiamorte. 
Tuttavia, possiamo ipotizzare che Voldemort, anche da giovane studente a Hogwarts, volesse diventare immortale. 
Per un po’ disprezzò sua madre perché «aveva ceduto alla vergognosa debolezza umana della morte» e potrebbe aver suggerito il nome ai suoi seguaci come persone che “mangiano la morte” invece di unirsi a essa. Una teoria alla base coinvolge il Marchio Oscuro, un teschio con un serpente che sporge dalla bocca e il significato del serpente Ouroboros.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

L’Ouroboros è un simbolo che rappresenta un serpente o un drago che si morde la coda, formando un cerchio senza inizio né fine. Alcuni fan credono che il teschio che morde la coda del serpente rappresenti appunto “mangiare la morte” associata alla fine del serpente e quindi immortale, cosa che Voldemort desiderava ardentemente.

Voldemort quando creò i Mangiamorte?

Voldemort creò i Mangiamorte negli anni ’50, dopo essersi laureato a Hogwarts, molti della quale si unirono a lui quando erano ancora a scuola e le loro prole seguirono le orme dei genitori.

In che modo Voldemort evocava i Mangiamorte?

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui Mangiamorte. Gerarchia, marchio oscuro e perché si facevano chiamare così

Voldemort convocava i suoi Mangiamorte toccando il Marchio Oscuro di uno dei suoi seguaci. 

I Mangiamorte che erano stati marchiati sentivano dolore e a quel punto si Smaterializzavano nel luogo in cui risiedeva Voldemort in quel momento. 

Si poteva uscire dai Mangiamorte?

Diventare un Mangiamorte significava un servizio a vita per Lord Voldemort. Ai Mangiamorte era stato negato il diritto di dimettersi in qualsiasi circostanza, pena, la morte. Sirius Black pensava che suo fratello minore fosse stato ucciso per aver tentato di dimettersi dopo aver ricevuto un incarico esorbitante, anche se in seguito si rivelò l’opposto.
Igor Karkaroff disertò i Mangiamorte dopo aver consegnato molti di loro al Ministero, e anche se si nascose dopo che il suo ex capo fu rianimato, alla fine fu catturato e ucciso per la sua slealtà.
Tuttavia, Voldemort perdonò i suoi seguaci che non avevano tentato di trovarlo, ma tornarono quando toccò il Marchio Oscuro di Codaliscia, sicuramente lo fece perché altrimenti sarebbe rimasto con pochissimi seguaci. A causa delle sue forze militari ridotte al momento della sua cerimonia di rinascita, Voldemort punì coloro che tornarono da lui solo con lievi torture e richieste: lasciò che Codaliscia soffrisse il dolore di tagliarsi la mano come punizione per anni di slealtà e chiese che Avery soffrisse tredici anni di dolore come ricompensa per tredici anni di slealtà prima di essere veramente perdonati.

Conclusione

I Mangiamorte possono essere paragonati ai terroristi del Mondo Babbano o, in casi estremi, persino ai nazisti del Mondo Magico. Era un gruppo molto sgradevole, senza alcuna cura per le leggi, la decenza o il rimorso.

Gli atti di violenza che hanno presentato nei libri sono tutte le prove di cui abbiamo bisogno.

La Rowling non ha mai spiegato perché i seguaci di Voldemort si chiamavano Mangiamorte. Tuttavia, molti fan hanno le loro teorie, che possiamo sostenere, e un antico serpente che suggerisce la vita eterna ci porta alla conclusione che il nome significava proprio “Mangiare la morte”.