Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in “I Segreti di Silente”

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Animali fantastici: I segreti di Silente ha offerto molti riferimenti a Harry Potter. Sebbene il film, ambientato negli anni ’30, renda impossibile per il trio d’oro di Harry Potter prendere parte al film, è chiaro a quale mondo appartengano effettivamente la storia d’amore di Silente e Grindelwald e gli eventi. Nonostante le recensioni contrastanti di Animali fantastici 3, sicuramente ha offerto veri progressi dopo I crimini di Grindelwald .

Qui abbiamo elencato i riferimenti dal mondo di Harry Potter dal film Animali fantastici: I segreti di Silente.

Quanto segue contiene SPOILER per coloro che non hanno visto Animali fantastici: I segreti di Silente.

Ecco i riferimenti di Harry Potter nel film Animali fantastici 3

1. “Il giusto o il facile” che ricorda il calice di fuoco

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

La cospirazione politica di Animali fantastici 3 è radicata nell’importanza dell’elezione di Gellert Grindelwald. Per evitare che ciò accada, Silente si avvicina ad Anton Vogel, il leader che se n’è andato per primo, e gli dice, tramite Newt, di fare “la cosa giusta, non quella facile”. Questo ci ricorda direttamente il discorso di Silente a Harry nel Calice di Fuoco, dopo la morte di Cedric Diggory:

“Momenti bui e difficili ci attendono. Presto dovremo affrontare la scelta fra ciò che è giusto e ciò che è facile.”.

2. Il momento in cui la musica a tema di Harry Potter viene riprodotta in Animali fantastici 3

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Sebbene Animali fantastici: I segreti di Silente non si apra con la musica a tema di Harry Potter, la melodia “Il tema di Edvige” di John Williams risuona non appena Newt e gli altri personaggi tornano a Hogwarts.

3. L’orologio magico di Albus Silente appare per la prima volta

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

L’orologio da tasca magico di Albus Silente era presente in due dei libri originali della Rowling, mentre i film di Harry Potter hanno preferito lasciarlo fuori. Ora appare in Animali fantastici 3. Silente usa l’orologio per localizzare Credence. I lettori leggono dell’orologio per la prima volta nei libri di Harry Potter:


Silente estrasse dalla tasca un orologio d’oro e lo esaminò. Era un orologio molto strano. Aveva dodici lancette, ma al posto dei numeri c’erano alcuni piccoli pianeti che si muovevano lungo il bordo del quadrante. Evidentemente Silente lo sapeva leggere, perché lo ripose di nuovo nella tasca e disse: ‘Hagrid è in ritardo. A proposito, suppongo sia stato lui a dirle che sarei venuto qui’.

Harry Potter e la Pietra Filosofale

4. Minerva McGranitt Cortometraggio in Animali fantastici

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

A causa dei punti in cui Animali fantastici 3 si inserisce nella sequenza temporale di Harry Potter, non vediamo troppi personaggi di Potter, ma Minerva McGranitt (Fiona Glascott) ritorna dopo il suo debutto in I crimini di Grindelwald. E nonostante l’ambientazione del film corrisponda a pochi anni prima della nascita della McGranitt nel 1935…a quanto pare è PROPRIO lei anche se molti fan pensano che sia la nonna o una parente è chiaro che NON può essere così, Minerva era figlia di una strega e un babbano, il Reverendo Robert McGranitt. Questo è scritto chiaramente nella già citata biografia. Il nome Minerva deriva inoltre dalla nonna materna, dunque nessun parente da parte di padre portava questo nome.

5. Anteprima di Magic Mirror di Aberforth Silente

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Il fatto che in I segreti di Silente Credence Barebone sia in realtà il figlio di Aberforth Silente non si adatta perfettamente alla svolta in I crimini di Grindelwald, fornisce comunque un finale più soddisfacente alla sua storia. Per tutto il film, la loro relazione viene rivelata attraverso una connessione senza precedenti, mentre comunicano tra specchi magici, scrivono messaggi su vetro smerigliato. È una variazione leggermente diversa sul tema, anche se prefigura, attraverso lo specchio magico di Silente, che nei film principali, Aberforth era l’angelo custode segreto di Harry Potter. 

6. La Stanza delle Necessità di Harry Potter a Hogwarts

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Silente potrebbe logicamente usare la Stanza delle Necessità per creare magicamente le finte valigie magiche che ha portato ogni membro del suo gruppo. Ma la logica non è sempre stata il punto di forza di Animali fantastici. Ad ogni modo, la famigerata stanza “delle Necessità” di Hogwarts gioca un ruolo importante nella trama contro Grindelwald.

8. In memoria della guerra dei sette Potter

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Nella sequenza culminante ambientata in Bhutan verso la fine di Animali fantastici 3, il piano di Silente prevede che l’assistente di Newt, Bunty, riceva 4 copie identiche della sua valigia per nascondere il Qilin. L’idea è in realtà un trucco che tutti i fan di Harry Potter conoscono, grazie alle Guerra dei Sette Potter nell’apertura dei Doni della Morte. In questa sequenza, l’Ordine della Fenice stava cercando di confondere Voldemort presentandogli 7 Harry identici per nascondere quello reale.

9. Libro dei mostri: Il ritorno dei mostri

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Nel finale di Animali fantastici 3 in Bhutan, quando i seguaci di Grindelwald aprono le valigie finte, gli incantesimi si scatenano. Una delle valigie sembra contenere solo i libri fino a quando non viene fuori la verità, ma si scopre che ogni libro con copertina rigida è in realtà il Libro dei Mostri che lanciano un attacco di massa contro i maghi malvagi. Il libro dei mostri:  sono apparsi per la prima volta in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban quando Hagrid lo ha inserito nella lista di lettura di Cura delle creature magiche.

10. Il Deluminatore di Silente ritorna

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Il Deluminatore di Albus Silente ha giocato un ruolo importante nei Doni della Morte, consentendo a Rupert Grint di riconnettersi con Harry ed Hermione nella loro ricerca degli Horcrux. Prima di allora, era stato dimostrato che svolgeva il ruolo di accendere e spegnere magicamente le luci più sperate dalla magia. Ora, ritorna con Animali fantastici 3, rivelando un altro nuovo potere, poiché Silente sembra usarlo per teletrasportarsi a Credence e fargli credere in una versione distopica del mondo magico.

11. Il ritorno dell’incantesimo più fastidioso dei Doni della Morte: la Maledizione Geminio

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

A Jacob Kowalski viene assegnato a una delle valigie magiche di Bunty e quando i servi di Grindelwald la aprono, viene rivelato che contiene solo pasticcini. Tuttavia, come con l’incantesimo posto sulla Coppa di Tosca Tassorosso nella cassaforte di Bellatrix Lestrange alla Gringott, toccare i pasticcini di Jacob li fa moltiplicare a dismisura.

12. Il segno dei Doni della Morte

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Stranamente, però, i fan di Harry Potter hanno portato il segno dei Doni della Morte ben oltre il suo significato originale e lo hanno scelto come simbolo frequente. Il simbolo appare brevemente in Animali fantastici 3 sopra una porta nel quartier generale del castello di Grindelwald. Sempre in uno sviluppo recente, Grindelwald introduce il simbolo che include elementi dei Doni della Morte accanto alle sue iniziali come proprie per creare una sorta di logo politico. Anche il ciondolo del Patto di Sangue sembra essere stato ispirato al logo dei Doni della Morte.

13. La nascita del Boccino d’Oro di Harry Potter

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Dopo l’ultima apparizione di Quidditch nei film di Harry Potter, riappare in Animali fantastici: I segreti di Silente e riappare brevemente quando la prima sequenza di Hogwarts si apre con due Cercatori che inseguono il Boccino d’Oro sulle torri della scuola. Più tardi, una delle valigie magiche nelle scene del Bhutan contiene una serie di palle di Quidditch dove il Bolide inizia a devastare. Durante questa sequenza, Silente prende il Boccino e se lo mette in tasca: potrebbe essere lo stesso Boccino d’Oro che sarebbe diventato così importante nei successivi film di Harry Potter? Dopotutto, Silente è un uomo di istinto e potrebbe aver scelto di usare lo stesso Boccino usato per sconfiggere Grindelwald nella prima partita di Quidditch di Harry.

14. “Sempre… (Always)”

Ecco i riferimenti di Harry Potter che abbiamo trovato in "I Segreti di Silente"

Animali fantastici 3 sembra stia tentando di trasformare Credence Barebone in una nuova versione di Piton, aggiungendo tragedia e trauma al suo sfondo. Come ultimo cenno a questa trasformazione, quando Credence rivela ad Aberforth che sta morendo, chiede a suo padre se ha mai pensato a lui. La risposta di Aberforth è un chiaro riferimento alla parola che chiarisce l’amore di Piton per Lily Potter, che da allora è diventata un simbolo duraturo del mondo magico: “Sempre…” (Always).