La verità dietro i banchetti nella Sala Grande è disgustosa

La verità dietro i banchetti nella Sala Grande è disgustosa

Se abbiamo dovuto, non senza dolore, piangere la saga di Harry Potter ormai da diversi anni, restano alcuni dettagli e segreti di ripresa che continuano a riaffiorare oltre le interviste, i ricordi di attori o tecnici presenti sui set cinematografici. Così è riemersa un’intervista, datata 2014 e recentemente portata alla luce che racconta l’inquietante realtà dietro i grandi banchetti serviti nella Sala Grande di Hogwarts.

Durante ciascuna delle sue riprese, il regista Chris Columbus aveva insistito a lungo sul fatto che il cibo presentato nel film fosse coerente e identico a quello menzionato nei libri della Rowling. Quindi, tutto il cibo sul set era reale e poteva essere gustato dagli attori e dalle comparse… con poche eccezioni.

La verità dietro i banchetti nella Sala Grande è disgustosa

Come ha rivelato l’attore Warwick Davis, che interpretava il professor Filius Vitious nei film – e persino il goblin Unci Unci né I Doni della Morte – il cibo non era sempre molto appetitoso. E per una buona ragione, le scene del banchetto duravano a volte diversi giorni e, per evitare falsi collegamenti, i piatti e le vettovaglie venivano lasciati sul posto, all’aperto, per lunghe ore.

La verità dietro i banchetti nella Sala Grande è disgustosa

Risultato: odori piuttosto sgradevoli e non proprio appetitosi, quando gli attori sono arrivati ​​sul set per le ultime riprese. 

“Nella Sala Grande si tengono molte grandi feste. Si gira quella scena anche per tre o quattro giorni. Il primo giorno di riprese, ti servono un piatto di cibo con molta carne, verdure e patate arrosto, che puoi mangiare”
Ma il giorno dopo ti dicono: ‘Non mangiare il cibo!'”

“Quindi fai finta di mangiarlo, perché è stato lì tutta la notte. Il quarto giorno di riprese, potevi sentire l’odore provenire dalla Sala Grande prima ancora di entrarvi. Il cibo era ancora lì, con questo odore disgustoso, era andato a male. “

Per gli altri film, la produzione ha deciso di prendere in mano la situazione. Il cibo è stato quindi conservato al fresco quando le riprese venivano interrotte e sono stati realizzati molti stampi per sostituire il cibo e quindi ridurre lo spreco di cibo.