Ecco come i malandrini sono morti nell’ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro…

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

A volte sono conosciuti come i Malandrini e ogni membro di questo quartetto ha svolto un ruolo di vitale importanza nella saga di Harry Potter, anche se la maggior parte di loro ha avuto un tempo piuttosto limitato sullo schermo.

Noi di CiakQuiz.Potter vi vogliamo presentare alcuni particolari che forse non sai o non ci hai mai fatto caso sui Malandrini.
Facci sapere cosa ne pensi…

Sono Morti Nell’ordine Opposto In Cui Si Sono Presentati Sulla Mappa Dei Malandrini

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

Quando Harry Potter apre per la prima volta la Mappa del Malandrino nel Prigioniero di Azkaban, viene accolto con un’introduzione sfacciata da “I signori Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso Consiglieri e Alleati dei Magici Malfattori sono fieri di presentarvi “La Mappa del Malandrino”.
Entro la fine della saga, tutti e quattro quei personaggi sono morti vittime dei modi malvagi di Voldemort.

Per uno strano scherzo del destino – o complotto – i personaggi sono morti esattamente nell’ordine opposto rispetto al modo in cui si sono presentati come gruppo.

  • Ramoso, alias James Potter, è morto nel lontano 1980.
  • Felpato, alias Sirius, ha perso la vita nel Dipartimento dei Misteri nel 1996.
  • Codaliscia, alias il super cretino Peter Minus, è morto a marzo del 1998, strangolato dalla sua stessa mano d’argento.
  • Lunastorta, alias Remus Lupin, è morto tragicamente nella battaglia di Hogwarts nel maggio del 1998.

La Rowling non ha mai commentato se l’ordine fosse intenzionale o meno, ma è comunque un fatto divertente da sapere, fintanto che non vieni coinvolto nel ricordare quanto sia terribile che siano morti tutti così giovani.

I Malandrini Erano Molto Più Vecchi Nei Film

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

La saga di Harry Potter ha avuto un “Sirius” molto fortunato quando Gary Oldman ha accettato di interpretare la parte del padrino di Harry.
Dopotutto, è uno degli attori più talentuosi della sua generazione e ha portato un’energia incredibile nel ruolo di Sirius Black.
C’era solo un problema: l’attore aveva dieci anni in più del suo personaggio.

Allo stesso modo, anche Adrian Rawlins, David Thewlis e Timothy Spall avevano 40 anni quando hanno ottenuto i rispettivi ruoli di James Potter, Remus Lupin e Peter Minus.
Gli ultimi due (Remus e Peter) nei libri, avevano poco più di 30 anni quando hanno incontrato Harry Potter, mentre James, aveva appena 21 anni quando morì, quasi vent’anni più giovane dell’attore che lo interpretava sullo schermo.
Alla fine, niente di tutto questo ha avuto un impatto sul modo in cui la storia si è svolta sullo schermo, ma è stato abbastanza per far alzare le sopracciglia di alcuni fan con gli occhi da falco, in particolare quando James sembrava vecchio come i suoi amici anche se era morto da anni.

Il Soprannome Di Lupin È Stato Scritto Male Sulla Mappa Del Malandrino

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...


Tutti noi fan della saga dei film di Harry Potter teniamo sempre d’occhio la fedeltà con cui hanno adottato i libri sullo schermo.
Nel corso degli anni, i fan hanno voluto sottolineare i molti errori o le libertà che il team creativo si è preso con il materiale originale. Un errore in Il prigioniero di Azkaban, tuttavia, era del tutto intenzionale.

Quando la Mappa del Malandrino mostra i nomi dei suoi creatori, quello di Lupin viene scritto come “Mooney” invece di “Moony”, come appare nei romanzi della Rowling.
Non è stato un errore di ortografia negligente, ma piuttosto uno scherzo interno per il team di produzione.
Il supervisore degli effetti visivi del Prigioniero di Azkaban era Karl Mooney e i suoi amici pensarono che sarebbe stato divertente mettere il suo nome sulla mappa come se lui avesse contribuito a crearla.

E mentre Lupin probabilmente avrebbe alzato un sopracciglio per l’errore di battitura, sappiamo tutti che lui e i suoi compagni Malandrini avrebbero celebrato chiunque avesse usato la loro mappa come scusa per non avere buone intenzioni.

Sirius Black È Il Più Vecchio dei Malandrini

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

La Rowling sembra divertirsi a rivelare lentamente ai fan i fatti sull’universo di Harry Potter. Di conseguenza, abbiamo dovuto aspettare un po’ per imparare cose come date di nascita e retroscena per molti dei personaggi secondari.
Abbiamo appreso che James Potter è nato il 27 marzo 1960. Il compleanno di Remus Lupin è il 10 marzo 1960, il che ovviamente lo rende solo un pelo più vecchio del suo buon amico.

Nel 2015, ha finalmente rivelato – nientemeno che su Twitter – che Sirius Black è nato il 3 novembre. Poiché è improbabile che abbia iniziato la scuola con i suoi amici se non fosse nato nel 1959, questo ha portato la maggior parte dei fan a concludere che Felpato è definitivamente il più anziano della sua ciurma, visto che anche Peter Minus era del 1960.

Ogni Forma Di Animagi Del Malandrino Riflette La Sua Personalità

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

Uno degli aspetti più memorabili dell’amicizia dei Malandrini è che per tenere compagnia al loro amico Remus ed aiutarlo nelle sue trasformazioni, James, Sirius e Peter scelsero di diventare Animagi, ovvero maghi e streghe che possono trasformarsi in un animale.
Nel tipico modo intelligente, anche se un po’ ovvio, ciascuno degli animali in cui si trasformano, riflettono le loro rispettive personalità.

Certo, la forma di lupo mannaro di Lupin significa che è più probabile che attacchi e uccida le persone.
Ma anche se Remus, non ha certo scelto di essere un lupo Mannaro, i lupi sono simbolo di tutela e lealtà familiare, e questi sono tratti che ha mostrato sia nel suo rapporto con i suoi compagni, sia come mentore di Harry.
Sirius, allo stesso modo, era fermamente leale, coraggioso, vigile e fedele, proprio come un cane.
James era un cervo, che è simbolo di regalità o leadership.
Questo ha perfettamente senso, dal momento che il padre di Harry era apparentemente il leader dei suoi amici.
Peter Minus era un topo che è un simbolo di impurità, nella religione cristiana è il simbolo del diavolo e Peter, dopo tutto, ha letteralmente denunciato i suoi amici a Voldemort.


Hanno Quasi Tratto Ispirazione Da Un Altro Favoloso Quartetto

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

Il regista di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Alfonso Cuaron, aveva una visione piuttosto specifica per dare vita ai Malandrini. Le prime versioni della sceneggiatura prevedevano una sequenza di flashback che presentava al pubblico James, Sirius, Remus e Peter come studenti a Hogwarts che mettevano a frutto la loro mappa.
Durante la pianificazione della scena, Cuaron ha detto al suo team creativo che voleva che fossero modellati sui Beatles.

Ha molto senso, sia dal punto di vista stilistico che narrativo.

  • James doveva rispecchiare il pulito Paul
  • Remus il lunatico John
  • Sirius l’introspettivo George,
  • Peter il sempre trascurato Ringo.

Cuaron (il regista) chiese che ciascuno dei Malandrini adolescenti avesse capelli arruffati e basette, proprio come le loro controparti musicali ribelli.

Sfortunatamente, la scena fu tagliata dal film, così come la maggior parte del retroscena dei Malandrini, quindi non abbiamo mai avuto la possibilità di vedere il riferimento a “Come Together” dei Beatles.

Peter Minus non doveva essere un Grifondoro

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

A detta di tutti, i Malandrini erano una forza da non sottovalutare durante la loro permanenza a Hogwarts.
Il loro legame era incisivo grazie anche al fatto che erano tutti coinquilini della Casa Grifondoro .
Ma per poco non fu così, poiché il Cappello Parlante fu molto indeciso su dove smistare Peter Minus.

Minus mostrava molti dei tratti che si trovano comunemente negli studenti Serpeverde , quindi il Cappello deliberò la sua scelta dopo ben cinque minuti, smistandolo nella casa Grifondoro.
Questo evento veniva chiamato Testurbante e cioè uno studente il cui Smistamento durava più di cinque minuti.
Se Minus, non fosse stato compagno di camera di James, Remus e Sirius, probabilmente non si sarebbero legati, e lui non avrebbe avuto la possibilità di consegnare i suoi amici a Voldemort.

Per la cronaca, il Cappello sostenne di aver fatto la scelta giusta, perché Minus agì con coraggio nei momenti precedenti la sua morte. Meglio tardi che mai, eh?

“Per chi non avesse letto i libri, il coraggio lo mostrò quando non riuscì a strangolare Harry ne I Doni della Morte. 
Certo, era perché Harry gli aveva salvato la vita e gli doveva un magico debito di gratitudine, ma questo non cambia il fatto che ha dato la vita per impedirgli di morire”.


Remus Lupin Non Doveva Morire

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

Da Cedric Diggory a Dobby l’elfo domestico, ci sono state molte tragiche morti nella seconda metà della saga di Harry Potter.
Una delle più sconvolgenti, per i devoti fan dei libri, fu Remus Lupin.
Interpretò molti ruoli nella vita di Harry: un legame perduto da tempo con suo padre, un mentore, un protettore e un alleato, solo per citarne alcuni. Lupin sconfisse molti demoni e vinse la sua paura di amare Tonks.
Era appena diventato padre…. Perché DIAMINE doveva morire?!

La scrittrice riassunse con due brevi Tweet le ragioni che l’hanno portata a far morire Remus Lupin.
Come aveva dichiarato in precedenza, la decisione di uccidere Lupin (e sua moglie Tonks) era nata perché voleva ricreare un eco di quanto era successo ad Harry, e così mostrare l’assoluta malvagità delle azioni di Voldemort.

Penso che una delle cose più devastanti della guerra siano i bambini che vengono lasciati soli.

 J.K. Rowling

In questo caso, Lupin e Tonks sono stati separati da loro figlio appena nato, Teddy Lupin. Il loro sacrificio ha fatto sì che un altro genitore sopravvivesse agli eventi della saga: Arthur Weasley, che avrebbe dovuto morire durante gli eventi di Harry Potter e l’Ordine della Fenice.

 J.K. Rowling

Per essere totalmente onesta, vorrei confessare anche che non decisi di uccidere Lupin fino a che non scrissi l’Ordine della Fenice.
Arthur è sopravvissuto, perciò Lupin doveva morire. Non mi è piaciuto farlo. L’unica volta che il mio editor mi ha vista piangere è stato per colpa del destino di Teddy.

 J.K. Rowling


Sirius Black Predica Bene Ma Razzola Male

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...


La prima volta che vediamo Sirius Black, sembra che sia completamente pazzo.
Questo perché il padrino del nostro eroe era scarno, spettinato ed era raffigurato mentre emetteva un grido silenzioso e terrificante da dietro l’immagine in movimento sulla prima pagina della Gazzetta del Profeta.
Durante il film, apprendiamo che non era responsabile per aver tradito i genitori di Harry, e che in realtà era stato più o meno incastrato per il suo ruolo nel loro omicidio dal collega Malandrino, Peter Minus.

Durante i due film successivi, Harry costruisce una relazione con Sirius, impara di più su com’era suo padre alla sua età ed è incoraggiato a unirsi alla crescente resistenza contro i Mangiamorte. Tuttavia, nonostante l’influenza alquanto positiva che ha avuto sulla vita di Harry, la Rowling ha osservato che aveva ancora molti problemi da risolvere.

Commentò a lungo sul suo ruolo nella vita di Harry e sul fatto che non avesse sempre fatto un buon lavoro

La Rowling scrisse sul suo sito ufficiale che le piaceva molto Sirius, anche se qualche dubbio su di lui c’è sempre stato:

“Sirius è bravissimo ad esporre splendide filosofie personali, ma non sempre razzola bene… Per esempio, nel “Calice di Fuoco” dice che, se vuoi sapere davvero com’è una persona, devi guardare come tratta i suoi inferiori e non i suoi pari. Ma Sirius detesta Kreacher, l’elfo domestico che ha ereditato e che tratta con disprezzo.
Altro esempio: sostiene che nessuno è totalmente buono o totalmente cattivo, eppure dal modo in cui si comporta con Piton si capisce che non crede che abbia qualcosa di buono. Naturalmente la maggior parte di noi usa due pesi e due misure; anche quando sappiamo come ci dobbiamo comportare, non è detto che riusciamo a farlo! La grande qualità di Sirius è la sua capacità di voler bene. Ha amato James come un fratello e ha trasferito quell’affetto su Harry.”


La Mappa Del Malandrino Probabilmente Ha Goduto Di Altre Generazioni

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...


La Mappa del Malandrino passò attraverso diverse mani nel corso della serie di Harry Potter.
Quando i Fan ne vennero a conoscenza per la prima volta, fu quando i gemelli Weasley la consegnarono ad Harry per dargli la possibilità di fuggire da Hogwarts e unirsi ai suoi amici a Hogsmeade.
Harry fu in grado di mantenere la mappa in suo possesso per la maggior parte del suo incarico da studente, nonostante i tentativi di Piton di confiscarla.
Venne usata anche durante la Battaglia di Hogwarts.


Sebbene molti pensavano che la mappa del Malandrino passasse in eredità a Teddy Lupin, il figlio di Remus, la mappa rimase con i Potter.
E infatti, nel 2010, suo figlio maggiore James la rubò dalla scrivania di suo padre e la portò con sé a Hogwarts, la propensione al male dei Malandrini continuò per una terza generazione.

Qualche segreto finale

Ecco come i malandrini sono morti nell'ordine opposto in cui si sono presentati sulla Mappa Dei Malandrini. Questo e altro...

Nel terzo film della saga, Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, appare un dettaglio ben preciso: difficile notarlo, perché per vederlo bene bisogna attendere i titoli di coda del lungometraggio.
Come molti sapranno, insieme ai nomi di cast e crew la grafica si arricchisce con uno sfondo ispirato alla Mappa del Malandrino. La ‘mappa’ magica svela la posizione di chi si trova a Hogwarts, per cui è possibile vedere impronte e passi che si muovono in concomitanza con gli spostamenti dei maghi all’interno della scuola.

E tra un’impronta e l’altra, in un angolo alcuni spettatori hanno notato due paia di piedi fin troppo vicini: dalla posizione delle impronte, in breve, sembra chiaro che stiamo assistendo a una scena d’amore un po’ piccante.

“Ho trovato la scena di sesso nascosta in Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban” scrive infatti un utente su Twitter senza usare troppi filtri o giri di parole.

E in molti non hanno potuto che concordare, obiettando che – se non proprio di sesso – si tratta comunque di un bacio. Chi siano i protagonisti non è dato saperlo visto che sono visibili solo le impronte: ma la coppia misteriosa appare in un angolo, nascosta, intenta a condividere un momento intimo. Alla Mappa del Malandrino però non sfugge nulla, e neanche a chi i film li ha visti più e più volte.