La Traccia: Perché Harry viene rintracciato e Tom Riddle quando uccide la sua famiglia no?

La Traccia: Perché Harry viene rintracciato e Tom Riddle quando uccide la sua famiglia no?

In Harry Potter si parla molto di “La Traccia”, l’incantesimo su streghe e maghi minorenni che viene utilizzato dal Ministero per rilevare incantesimi illegali. 

Ma che cos’è la ” Traccia “?

La spiegazione più estesa della Traccia è data da Malocchio Moody in I Doni della Morte:

«Secondo problema: sei minorenne, il che vuol dire che hai ancora addosso la Traccia».

   «Io non…»

   «La Traccia, la Traccia!» esclamò Malocchio, impaziente. «L’incantesimo che intercetta l’attività magica di chi ha meno di diciassette anni, il mezzo del Ministero per scoprire le pratiche magiche dei minori! Se tu, o chiunque attorno a te, getta un incantesimo per farti uscire da qui, O’Tusoe lo saprà, e anche i Mangiamorte.

   «Non possiamo aspettare che la Traccia svanisca, perché nell’istante in cui compirai diciassette anni perderai tutta la protezione di tua madre. In breve: Pius O’Tusoe è convinto di averti incastrato».

    Harry non poté che essere d’accordo con l’ignoto O’Tusoe.

   «E allora che cosa facciamo?»

   «Useremo i mezzi di trasporto che ci rimangono, i soli che la Traccia non può individuare, perché non abbiamo bisogno di incantesimi per usarli: scope, Thestral e la moto di Hagrid».

Harry Potter e i Doni della Morte/ I sette Potter
La Traccia: Perché Harry viene rintracciato e Tom Riddle quando uccide la sua famiglia no?

Apparentemente la Traccia è un incantesimo, di formula sconosciuta, che viene posto su maghi e streghe ancora minorenni. Ogni volta che viene rilevata attività magica intorno a questi bambini o ragazzi, a cui non è permesso fare magie al di fuori della scuola, il Ministero della Magia viene subito allertato per prendere provvedimenti, venendo subito a conoscenza della posizione del mago o della strega e dell’incantesimo praticato.

La Traccia serve per attuare il Decreto per la Ragionevole Restrizione sulla Magia Minorile e automaticamente si “disattiva”, svanisce non appena il soggetto compie 17 anni, ovvero diventa maggiorenne nella comunità magica. Non è più possibile lanciare incantesimi del genere su un adulto.

Questo è ciò che porta il Ministero a lanciare un avvertimento a Harry quando Dobby fa esplodere una torta in #4 Privet Drive:

Caro signor Potter,

    Abbiamo avuto notizia che nel luogo dove lei risiede, questa sera, alle nove e dodici minuti, è stato praticato un Incantesimo di Librazione.

    Come lei sa, i maghi minorenni non sono autorizzati a compiere incantesimi fuori della scuola e un altro episodio del genere da parte sua potrà portare alla sua espulsione da detta scuola (Decreto per la Ragionevole Restrizione delle Arti Magiche tra i Minorenni, 1875, Comma C).

    La preghiamo inoltre di ricordare che qualsiasi attività magica che rischi di essere notata dalla comunità dei non-maghi (Babbani) è un reato grave ai sensi dell’articolo 13 dello Statuto di Segretezza della Confederazione Internazionale dei Maghi.

    Buone vacanze!

    Cordialmente,

    Mafalda Hopkirk Ufficio per l’Uso Improprio delle Arti Magìche Ministero della Magia

Harry Potter e La Camera dei Segreti / L’avvertimento di Dobby
La Traccia: Perché Harry viene rintracciato e Tom Riddle quando uccide la sua famiglia no?
.

Ma qualcosa allora non torna

In Il principe mezzosangue, Silente mostra a Harry il ricordo registrato dell’incontro di Morfin con Voldemort. Silente spiega che è quasi certo che Voldemort abbia stordito Morfin, abbia preso la sua bacchetta e abbia ucciso la famiglia Riddle. Harry fa notare un problema piuttosto grande:

«Ma perché il Ministero non capì che Voldemort aveva fatto tutto questo a Orfin?» chiese Harry con rabbia. «Era minorenne, no? Pensavo che si potesse intercettare la magia eseguita da minori!»

    «Hai ragione… si può intercettare la magia, ma non chi la compie: ricorderai di essere stato accusato dal Ministero dell’Incantesimo di Librazione che in effetti fu compiuto da…»

    «Dobby» ringhiò Harry; quell’ingiustizia gli bruciava ancora. «Allora se un minorenne pratica la magia nella casa di un mago o di una strega adulti, il Ministero non lo può scoprire?»

    «Certo non riuscirà a identificare chi ha messo in atto la magia». Silente sorrise appena all’espressione indignata di Harry. «Contano sul fatto che i genitori maghi impongano l’obbedienza ai loro rampolli entro le mura domestiche».

    «Be’, sono sciocchezze» sbottò Harry. «Guardi che cosa è successo qui, guardi che cosa è successo a Orfin!»

Harry Potter e il Principe Mezzosangue/ Un ricordo lumacoso

Non c’è spiegazione per questa incongruenza solo se:

Voldemort non era minorenne quando uccise i Riddle. Cedric Diggory aveva 17 anni nel suo sesto anno, permettendogli di partecipare al Torneo Tremaghi. Voldemort è nato il 31 dicembre, il che lo rende più vecchio degli altri suoi compagni, questo vuol dire che aveva già diciassette anni al suo sesto anno? permettendogli di agire senza la Traccia nel suo sesto anno.? Ma c’è un problema con questa teoria: Silente non contraddice Harry quando Harry chiede come Voldemort abbia potuto fare la magia senza che fosse rilevato dal Ministero,
Silente afferma esplicitamente che Voldemort aveva allora l’età di Harry e Harry non aveva ancora compiuto 17 anni. 
Inoltre discutendo della conversazione di Voldemort con Horace Lumacorno (che si verifica dopo l’incidente nella baracca della famiglia Gaunt), Silente dice a Harry:

«Bene, Harry» riprese Silente, «sono sicuro che hai colto l’importanza di quanto abbiamo appena udito. Alla stessa età che tu hai ora, mese più, mese meno, Tom Riddle stava cercando in ogni modo di scoprire come rendersi immortale».

Harry Potter e il Principe Mezzosangue /Gli Horcrux 

Non c’erano altre streghe o maghi nella casa dei Riddle quando Voldemort li uccise. Come ha fatto il Ministero a non notare “tre usi di Avada Kedavra da parte di un sedicenne in una casa Babbana”?