Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell’Ordine della Fenice? 

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Quando Harry viene coinvolto nella caccia agli Horcrux in Il principe mezzosangu (e noi veniamo coinvolti insieme a lui), Silente sembra avere già tutte le informazioni necessarie.
Sa cosa sono gli Horcrux e quanti ce ne sono; ha raccolto tutti i ricordi necessari, ed è solo questione di parlarne a Harry e poi distruggerli. 
All’inizio, non lo mettiamo in dubbio; dopotutto, Silente nella saga ci viene presentato come quasi onnisciente, quindi perché non dovrebbe avere già tutte le informazioni necessarie?

Ma poi, qualcuno si sarà domandato, se Silente ha sempre saputo degli Horcrux, perché ha iniziato a dar loro la caccia solo alla fine dell’Ordine della Fenice
Ha avuto anni e anni prima, durante i quali avrebbe potuto cacciare gli Horcrux indisturbato!

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Credo che la risposta sia la più semplice: Silente non sapeva tutto. Quindi esploriamo ciò che Silente sapeva, quando e cosa ha fatto al riguardo.

Pietra filosofale e precedenti

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Nella Pietra Filosofale, credo che Silente non sapesse che Voldemort aveva creato degli Horcrux. Certo, sembra ovvio in retrospettiva che l’abbia fatto. Ma non è così. Considerate questa frase molto eloquente dal monologo di Voldemort nel Calice di fuoco:

Che cosa fossi, nemmeno io lo so… Io, che mi sono spinto più in là di ogni altro sul sentiero che conduce all’immortalità. Conoscete il mio obiettivo: dominare la morte. E allora fui messo alla prova, e a quanto pare uno o più dei miei esperimenti funzionarono… perché non ero morto, anche se il maleficio avrebbe dovuto uccidermi.

Lord Voldemort


Ciò significa che Voldemort aveva fatto diversi “esperimenti” nella sua ricerca dell’immortalità. Come faceva Silente a sapere quale magia oscura aveva compiuto Voldemort? Tutto ciò che Silente sapeva è che Voldemort aveva trascorso circa vent’anni esplorando modi per diventare immortale.

Ma diciamo che Silente aveva intuito che Voldemort aveva creato un Horcrux, non sapeva di certo che Voldemort ne aveva realizzati più di uno, perché farlo era un atto senza precedenti. 
Dice a Harry, “[Voldemort] Si riferiva ai suoi HorcruxHorcrux al pluraleHarryche non credo abbia mai avuto nessun altro mago“. 
Basti pensare a quanto rimase inorridito Lumacorno al suggerimento di Tom Riddle di creare più Horcrux. Se Silente stesse contemplando diversi metodi di immortalità, non credo che avrebbe preso in considerazione più di un Horcrux.

Ma diciamo che, per amor di discussione, aveva sospettato che Voldemort aveva creato un Horcrux. 
Gli unici che avrebbe ragionevolmente potuto trovare, con le informazioni a sua disposizione, erano il medaglione o l’anello. Se Silente avesse sospettato che la coppa o il diario fossero Horcrux, sarebbe stato in un vicolo cieco, dal momento che non poteva curiosare tra i beni di tutti gli ex Mangiamorte.

Quindi Silente poteva sospettare che c’era un Horcrux , avendo già raccolto ricordi su Voldemort, ma non poteva sapere qual’ era l’Horcrux, o dove trovarlo. 
Ma dal momento che Voldemort era temporaneamente fuori dai giochi, non era nemmeno un problema urgente. Per ora, Silente poteva concentrarsi sulla ricostruzione del mondo dopo la prima Guerra dei Maghi e sulla protezione della Pietra Filosofale.

Fine della Camera dei Segreti

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

La prima svolta arriva alla fine della Camera dei Segreti, quando Harry entra nell’ufficio di Silente, brandendo trionfalmente una spada e un diario distrutto, e con strane storie sull’incontro con un adolescente Voldemort. 
Silente spiega il suo processo di pensiero ad Harry durante la lezione sugli Horcrux

«Il diario era un Horcrux. Quello che mi affascinava e mi preoccupava di più era che quel diario fosse stato concepito non solo come una difesa ma anche come un’arma».
«La noncuranza con cui Voldemort dispose di quell ‘Horcrux mi parve assolutamente sinistra. Mi fece pensare che avesse creato – o progettato di creare – altri Horcrux, in modo che la perdita del primo non fosse tanto grave. Non volevo crederci, ma nient’altro aveva senso.

Albus Silente

Silente ottiene la conferma che Voldemort ha effettivamente creato un Horcrux, ma i campanelli d’allarme risuonano nella sua testa. Se Voldemort ha trattato il suo Horcrux come sacrificabile, significa che Voldemort ne aveva creati più di uno. Quindi ora Silente inizia a pensare, quanto è grave la situazione? Voldemort ha fatto due Horcrux (senza precedenti!), o è andato anche oltre e ne ha fatti tre?

Anche se tutto questo è orribile da contemplare, Silente non è ancora particolarmente frenetico. Voldemort è ancora da qualche parte in Albania, solo e quasi impotente. La Pietra Filosofale è distrutta, un Horcrux è stato distrutto e le cose sembrano rosee. Penso che è da qui che Silente inizi a riflettere sui ricordi di Tom Riddle, facendo le sue ricerche, cercando di identificare quello che potrebbe essere un Horcrux.

Tuttavia, tutto questo viene presto scacciato dalla sua mente. Silente trascorre l’anno successivo cercando di proteggere Hogwarts e Harry da Sirius Black e dai Dissennatori. 
E l’anno dopo ancora, Silente cerca di capire cosa sta succedendo – chi ha messo il nome di Harry nel Calice? e perché l’ha messo? Voldemort sta risorgendo? Gli Horcrux ahimè passano in secondo piano.

Fine del Calice di Fuoco

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Il prossimo punto di svolta è la fine del Calice di fuoco e, ragazzi, è una cosa importante. Harry sta raccontando ancora una volta le sue avventure nell’ufficio di Silente, dopo aver restituito il cadavere del povero Cedric Diggory a Hogwarts ed essere stato quasi ucciso da Barty Crouch Jr. in versione Malocchio. 
Harry riferisce che Lord Voldemort è risorto e che Voldemort ha fatto un monologo molto perspicace ai suoi Mangiamorte. 
Silente in seguito racconta a Harry il suo pensiero.

[Voldemort] ha fatto una dichiarazione molto illuminante e allarmante ai suoi Mangiamorte. 

“Io, che mi sono spinto più in là di ogni altro sul sentiero che conduce all’immortalità.” 

Questo è quello che mi hai detto che ha detto. 
“Più in là di ogni altro’. E io pensai di aver capito che cosa intendeva, anche se i Mangiamorte no: si riferiva ai suoi Horcrux, al plurale, Harry, che non credo alcun altro mago abbia mai posseduto. Eppure tutto tornava: Lord Voldemort sembrava essere diventato meno umano col passare degli anni, e la trasformazione che aveva subito mi sembrava comprensibile solo se la sua anima fosse stata mutilata oltre i confini di quello che potremmo definire il male corrente…»

Albus Silente

Quindi ora la teoria di Silente è confermata: che Voldemort ha effettivamente creato più Horcrux. E ora Silente deve fare delle ricerche! Quali sono gli altri Horcrux? Silente ha già un’idea abbastanza precisa di quello che potrebbe essere un Horcrux: il medaglione di Serpeverde, l’anello Peverell e la Coppa Tassorosso. Con il diario, sono già quattro Horcrux.

Ma Silente ha un’enorme domanda senza risposta: quanti Horcrux ci sono in totale? Voldemort avrebbe osato realizzare quattro Horcrux? O è andato oltre? Questa è l’informazione più importante di cui Silente ha bisogno. Silente aveva bisogno di sapere esattamente quanti Horcrux c’erano! E nel frattempo, poter iniziare a ricercare cosa e dove potevano essere gli Horcrux.

Naturalmente, tutto questo è più facile a dirsi che a farsi. Come scoprire quanti Horcrux ha realizzato Voldemort? A parte chiederlo a Voldemort? A meno che… e se, quando Tom Riddle stava venendo a conoscenza degli Horcrux, avesse deciso un numero certo.
Alla fine, questa linea di pensiero avrebbe portato Silente direttamente a Lumacorno.

Penso che Silente abbia avuto quel ricordo alterato da Lumacorno quella stessa estate del 1995. E dopo aver visto che Lumacorno l’aveva reso inutile escludendo l’unica informazione di cui Silente aveva bisogno – il numero previsto di Horcrux – Silente tentò di attirare Lumacorno per un lavoro a Hogwarts .

Silente, da buon mago saggio, incominciò a pianificare un piano e tenere una posizione aperta per Lumacorno. 
Voleva che Lumacorno tornasse a Hogwarts, dove Silente avrebbe potuto lavorare per estrarre da lui quel ricordo tanto necessario. E poi avrebbe messo Piton ad occupare la cattedra di Difesa contro le arti oscure. 
Penso che Silente fosse così disperato che non aveva fatto un piano di riserva, ed è così che la Umbridge si era imposta.

Non c’è da stupirsi che Silente sembri stressato in “L’Ordine della Fenice” sta combattendo tre battaglie contemporaneamente! Ha l’Ordine contrapposto a Voldemort e ai Mangiamorte per tenere tutti occupati con la profezia, sta combattendo la Umbridge e Caramell a Hogwarts e sta tentando di trovare gli Horcrux.

Ordine della Fenice (dicembre 1995)

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Silente è ancora in attesa di risposte, anche se sicuramente è a buon punto e comincia anche ad avere dei piccoli sospetti. Prima di tutto, il serpente di Voldemort, Nagini, sembra essere stranamente obbediente a Voldemort, anche se è un serpentello. In secondo luogo, la cicatrice di Harry sembra avere una bizzarra connessione con Voldemort. 

Poi, all’improvviso una notte, Harry è di nuovo nell’ufficio di Silente, dicendogli che si era avventurato nella mente di Voldemort, mentre Voldemort era nella mente di Nagini. 
Silente picchietta uno dei suoi fragili strumenti d’argento e li tocca delicatamente con la punta della bacchetta, li guarda emettere minuscoli sbuffi di fumo verde pallido a forma di serpente e poi dice: ““Sicuro, sicuro”“Ma diviso nell’essenza?”, e la figura si divide in due serpenti, come a indicare che c’è un altro serpente (Nagini) coinvolto in tutto questo il che conferma qualunque cosa stia pensando Silente.

“Silente sospettava che l’essenza del serpente fosse divisa – che contenesse parte dell’anima di Voldemort, ed era per questo che era così abile nell’eseguire i suoi ordini. Questo spiegava anche perché Harry, l’ultimo e non intenzionale Horcrux, poteva vedere così chiaramente attraverso gli occhi del serpente, proprio come vedeva regolarmente attraverso quelli di Voldemort. 

Quindi lì, in un colpo solo, Silente conferma i suoi sospetti su due Horcrux: Nagini e l’Horcrux non intenzionale nella cicatrice di Harry. 
Dopo aver realizzato l’esatta natura della connessione di Harry con Voldemort, e che Voldemort ora è a conoscenza della connessione, Silente non perde tempo a organizzare le lezioni di Occlumanzia di Harry.

Silente non può ancora fare nulla per Nagini-l’Horcrux, e certamente niente per Harry. E ancora non sa quanti Horcrux sono rimasti. Tuttavia, sa che Voldemort aveva sicuramente creato un Horcrux tradizionale, progettato solo per mantenere l’anima al sicuro, e né il diario né Nagini si qualificano, perché entrambi sono destinati a un uso offensivo. Quindi Silente è abbastanza sicuro che uno sia l’anello Peverell, dal momento che ha la memoria di Morfin e probabilmente ha visto Tom Riddle indossarlo.

Questo è il motivo per cui, quando la Umbridge cerca di cacciare Silente da Hogwarts quattro mesi dopo, Silente coglie l’occasione e va a caccia dell’anello.

Inizio del Principe Mezzosangue

Perché Silente ha iniziato a dar la caccia agli Horcrux solo alla fine dell'Ordine della Fenice? 

Quando Silente trova l’anello e lo distrugge nel luglio 1996, la situazione è cambiata abbastanza drasticamente. 
Voldemort ora ha un complotto in azione per fare in modo che Draco uccida Silente. Silente deve proteggere Draco e proteggere gli altri da Draco, ma anche Silente ha una sentenza di morte, un anno di vita al massimo.

Per prima cosa, deve eliminare il maggior numero possibile di Horcrux. Pertanto, dedica una parte considerevole del suo tempo alla ricerca di quello che sembra più probabile sia stato trasformato in un Horcrux: il medaglione di Serpeverde. Silente sa che Voldemort ha una connessione con questo medaglione, e il medaglione è quindi il candidato più probabile.

Secondo, deve arrivare a Lumacorno e capire, una volta per tutte, quanti Horcrux ci sono effettivamente. Ci sono quattro confermati in questo momento: il Diario (distrutto), l’anello (distrutto), Nagini (deve essere l’ultimo distrutto, per non destare i sospetti di Voldemort) e Harry non intenzionale. Chissà quanti ne restano ancora? E Silente deve anche elaborare un piano di emergenza per eliminare l’Horcrux di Harry, cosa che poi progetta di fare dopo la sua morte, dando a Piton istruzioni esplicite per guidare Harry a sacrificarsi.

Terzo, deve preparare Harry a continuare la caccia agli Horcrux dopo la sua morte. Ciò lo otterrà mostrandogli a Harry i ricordi che lo stesso Silente aveva esaminato, dotando Harry di una profonda conoscenza di Voldemort che si rivelerà inestimabile per sconfiggere finalmente il Signore Oscuro.

Silente prende due piccioni con una fava facendo in modo che Harry ottenga la memoria da Lumacorno. Per cominciare, fornisce a Harry informazioni sull’esperienza di Voldemort da parte di persone riluttanti, che tornano utili con la Dama Grigia. Ma quello che più gli preme sono quanti Horcrux sono rimasti. Alla fine Harry ci riesce e Silente ha finalmente la risposta alla domanda che lo tormentava da un anno e mezzo: Voldemort voleva realizzare sei Horcrux.

Da qui in poi, è abbastanza semplice per Silente. Il diario e l’anello sono già stati distrutti. Nagini ne fa tre. La cicatrice di Harry era il settimo Horcrux inconsapevole. Il medaglione di Serpeverde e la coppa Tassorosso fanno cinque. L’unico sconosciuto è il sesto Horcrux, ma alcune analisi di Voldemort rivelano che è probabilmente una reliquia di Corvonero. Tutto ciò che resta da fare è dare la caccia al maggior numero possibile di loro mentre è ancora vivo e mostrare la via a Harry.

Conclusione

Siamo così abituati all’idea di un Silente onnisciente, perché era così profondamente radicato in noi nei primi libri, ma con il progredire della saga, abbiamo scoperto che Silente non era poi così avanti agli altri. Mi è davvero piaciuto scrivere questo articolo perché la sequenza temporale della caccia agli Horcrux e del recupero della memoria è sempre stata un po’ oscura ed è stato bello avere un quadro completo del ritrovamento degli Horcrux.
Il punto chiave è che Silente non sapeva esattamente a quanti Horcrux stava dando la caccia fino al Principe Mezzosangue.

Silente è sicuramente il mio personaggio preferito e che più mi affascina e il fatto di scoprirlo in questo viaggio un uomo normale con i suoi dubbi e le sue paure me lo ha fatto apprezzare ancora di più.