Silente è gay? No, Silente non è né etero, né gay né asessuale.

Silente è gay? No, Silente non è né etero, né gay né asessuale.

Ora ho l’opportunità e ho intenzione di coglierla per spiegare perché Silente ha avuto più sesso eteronorma rispetto all’intero numero di partecipanti a una convention di pornostar.
Silente non è né etero, né gay né asessuale. La sua sessualità non viene mai esplorata in nessuno dei libri della serie principale, nei film o nei successivi spin-off creati per l’universo di Harry Potter e nemmeno nei prequel. Ci sono certamente momenti in cui si allude nel sottotesto. La cosa più toccante è quando la relazione tra Grindelwald e Silente viene discussa in ogni dettaglio nella serie principale di libri. La loro relazione non viene mai discussa in modo esplicito ma si può dedurre che i due fossero vicini e, almeno, migliori amici. Mentre la Rowling afferma ampiamente che Grindelwald e Silente hanno giocato con le bacchette nella loro camera da letto finché entrambi non hanno dipinto le pareti di bianco, non è nemmeno affermato in modo definitivo che si siano nemmeno tenuti per mano con le dita intrecciate. 
Le interpretazioni date nel libro sono che sono semplicemente vicini. Ma questo non significa nulla che coinvolga la loro intimità. Harry Potter e Ron Weasley sono vicini. Anche Harry Potter e Hermione Granger sono vicini. Tuttavia, Harry non esce con nessuno dei due. Anche se ci sono numerose fan fiction sull’argomento e la Rowling ha persino affermato che ad un certo punto avrebbe voluto che Harry ed Hermione finissero insieme, non importa, perché nel testo del libro non sono mai stati una coppia.
Lo scopo di questo articolo è una critica nei confronti della Rowling e al fatto che usa il sottotesto e il paratesto per rappresentare i personaggi della comunità queer senza mai affermare esplicitamente che i personaggi sono membri della comunità queer.
Con questo non sto sostenendo che ci debba essere un libro o un film che descriva in dettaglio che Silente è gay con ogni mago che è disponibile. Non sto nemmeno sostenendo che ci sia un libro che parli solo della storia d’amore di Grindelwald e Silente simile a un libro di Nicholas Sparks. Tuttavia, ciò che sto sostenendo è che la Rowling è responsabile del suo trattamento tossico e dello sfruttamento della comunità queer offrendo para-testo e sottotesto affermando o alludendo a personaggi gay senza canonizzarli in una storia che chiarisca definitivamente la loro sessualità.

Nemmeno in Animali Fantastici 3 che si sarebbe basato su un amore gay che però gay non è affatto. Di quello che viene lasciato intendere è semplicemente un devastante amore giovanile con l’unica testimonianza, un gioiello impalpabile legato eternamente al polso di entrambi – tanto facile da rompere, infine, nel film.

Una pessima scrittura dunque, quella de I Segreti di Silente, perché nulla di segreto è rivelato: di cosa si sta parlando? Del suo amore per Grindelwald?
Nessuno si sbalordisce, nessuno si sconvolge. Acqua ne è passata sotto ai ponti dal 2007, anno in cui J. K. Rowling annunciò l’omosessualità di Silente e la sua relazione col magico dittatore. I matrimoni omosessuali, o quantomeno le “unioni civili”, parvenza di matrimonio, sono realtà in quasi tutta Europa e in quasi tutti gli stati d’America. Cosa resta, dunque?

Il pubblico cinese.

La pruriginosa censura cinese, che avrebbe dovuto, se si fosse spinto sull’acceleratore color arcobaleno, tagliare una gran parte del film. E cosa censura? Un misero dialogo, la prova che Silente è gay?

 “perché ero innamorato di te” e “l’estate in cui io e Gellert ci siamo innamorati “.

La Warner si piega accettando il compromesso, l’occasione dunque, di sdoganare per sempre alcuni preconcetti, di raccontare un amore omosessuale per ciò che è – né piu’ né meno è stata perduta.

Non c’è rappresentazione migliore di questo Albus Percival Wulfric Brian Silente, un personaggio che è stato dichiarato e accettato come un personaggio omosessuale. È anche un personaggio generalmente accettato dalla popolazione come gay e che la sua relazione con Gellert Grindelwald è avvenuta. Tuttavia, questa relazione esiste ancora SOLO nel sottotesto e nel paratesto e può ancora essere respinta da chiunque non voglia accettarla.

Non si tratta di azioni innocue della Rowling, è una tattica sporca e subdola per placare un gruppo emarginato senza mai riconoscerne l’esistenza.