Una trama tagliata di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ha creato due grossi problemi

Una trama tagliata di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ha creato due grossi problemi

Una trama tagliata di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ha creato due grossi problemi. Mentre i film di Harry Potter hanno riscosso un enorme successo sia da parte del pubblico che da parte della critica, il terzo capitolo, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, è sempre stato considerato un adattamento eccezionale del suo materiale originale e probabilmente il miglior film del franchise.

Nel libro originale di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban,  Harry Potter riceve la Mappa del Malandrino, che mostra la posizione di ogni persona sull’intero territorio di Hogwarts. La mappa è stata creata dai Malandrini: Lunastorta, Ramoso, Codaliscia e Felpato. Successivamente viene rivelato nel libro che le vere identità dei Malandrini erano Remus Lupin, Peter Minus, Sirius Black e James Potter, e i soprannomi erano basati sull’animale in cui potevano trasformarsi.

Ci sono accenni nel film del Prigioniero di Azkaban che quei quattro amici siano i Malandrini; tuttavia, non è mai dichiarato esplicitamente nell’adattamento, né è mai confermato in nessuno dei film successivi. Mentre gli adattamenti cinematografici spesso tagliano le trame per tempo, l’omissione delle identità e del retroscena dei Malandrini ha causato due problemi. Non confermando le loro identità, il film non consente al pubblico di entrare nei momenti principali dei personaggi dei Malandrini, cambiando anche alcuni dei loro retroscena. Crea anche momenti chiave in altri film di Harry Potter quando i Malandrini sono menzionati confondendo gli spettatori che non hanno letto i libri.

Una trama tagliata di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ha creato due grossi problemi

Quando le identità dei Malandrini vengono rivelate nel libro del Prigioniero di Azkaban  , è accompagnata da come hanno inventato i nomi e creato la mappa. Viene spiegato che quando Sirius, Peter e James hanno scoperto che Remus era un lupo mannaro, hanno deciso di diventare animagi – maghi che possono trasformarsi in un animale specifico – per tenere compagnia a Remus quando si trasforma. Questo ha mostrato quanto fosse affiatato il gruppo, rendendo il tradimento di Peter molto più devastante. Togliendo questo, quell’emozione si perde nella versione cinematografica. 
Nell’adattamento, Remus dice a Harry che mentre il padre del ragazzo ” aveva un talento per i guai “, sua madre Lily era ” lì per me in un momento in cui nessun altro lo era “. 
Ciò implica che in realtà era Lily a essere lì per Remus durante le sue trasformazioni da lupo mannaro al posto di James e degli altri. Questo cambia molto nel personaggio di James Potter, facendolo sembrare distaccato e indifferente rispetto all’amico leale e altruista che era nel libro.

Le identità dei Malandrini sono costantemente citate anche negli altri film della serie. In Harry Potter e il Calice di Fuoco, Peter Minus è costantemente chiamato Codaliscia da Voldemort. Chiamare un traditore con il soprannome precedentemente utilizzato dagli amici che ha tradito è in linea con il tipo di giochi mentali che Voldemort amava giocare con i suoi seguaci. Ciò non è evidente agli spettatori che guardano solo i film, tuttavia, poiché Peter non viene mai chiamato Codaliscia  nell’adattamento del Prigioniero di Azkaban . In Harry Potter e l’Ordine della Fenice, Harry si riferisce a Sirius come Felpato diverse volte, soprattutto quando cerca di dare a Piton un messaggio in codice che Sirius è nei guai. 
Questo momento va oltre le teste dei membri del pubblico che non conoscono l’identità dei Malandrini, e quindi la tensione dalla scena è persa, così come le implicazioni del fatto che Piton neghi di aver compreso il messaggio di Harry per salvare Sirius da Voldemort.

Mentre la serie di film di Harry Potter è riuscita a realizzare adattamenti divertenti e coerenti dei libri, la mancanza di conferma dell’identità dei Malandrini da parte di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban è stata più un errore che un sacrificio necessario. 
I Malandrini sono i personaggi preferiti dai fan e il pubblico di Harry Potter – sia lettori di libri che spettatori – avrebbe dovuto vedere tutta la loro storia raccontata piuttosto che vederli solo come piantagrane che non avevano combinato niente di buono.