Daniel Radcliffe si è allenato per sei mesi per una prova nel Torneo Tremaghi

Daniel Radcliffe si è allenato per sei mesi per una prova nel Torneo Tremaghi

Il Calice di Fuoco è noto per essere uno dei migliori film di Harry Potter, c’è la Coppa del Mondo di Quidditch, il Torneo Tremaghi e il Ballo del Ceppo solo per cominciare. Fornisce anche il nostro primo vero sguardo a Voldemort di Ralph Fiennes.

Il Torneo Tremaghi ha sicuramente fornito le sue sfide al cast e alla troupe. In primo luogo, secondo le note di produzione del film, c’era un drago animatronic lungo 13 metri con un lanciafiamme che aveva una portata di 10 metri. Per la sfida finale, l’equipaggio ha progettato diverse sezioni del labirinto, alto 8 metri e lungo 13 metri. Queste pareti idrauliche computerizzate erano progettate per muoversi indipendentemente l’una dall’altra, gonfiandosi e muovendosi a comando.

Ma l’impresa più impegnativa di tutte è stata il secondo compito, che prevedeva che Harry doveva salvare il suo migliore amico Ron dal Lago Nero. Hanno costruito una vasca profonda circa 7 metri e Radcliffe e i suoi co-protagonisti si sono allenati per ben sei mesi di addestramento subacqueo, iniziando in piscine più piccole e procedendo gradualmente verso quelle più profonde.

“Non solo Daniel doveva nuotare, recitare, pronunciare battute e rispondere alle creature [Avvincini e sirene] che sarebbero stati aggiunte da un computer in post-produzione, ma doveva esibirsi con mani e piedi palmati. Ha compiuto tutto questo mentre era a 7 metri sott’acqua, nell’oscurità totale, prima che finisse l’aria e desse il segnale a uno degli stuntmen di nuotare e restituirgli la sua maschera dell’ossigeno.
 È stato davvero un risultato incredibile e Daniel è stato paziente e strepitoso”, ha detto il coordinatore degli stunt Greg Powell.

In totale, Radcliffe ha trascorso 41 ore e 38 minuti sott’acqua per un periodo di tre settimane di riprese, con una sola immersione della durata di 75 minuti, “il che è stato piuttosto interessante!”.
Entusiasmante!!!