La Rowling ha creato un buco nella trama in Harry Potter e i Doni della Morte – e nessuno se ne è accorto

La Rowling ha creato un buco nella trama in Harry Potter e i Doni della Morte - e nessuno se ne è accorto

La Rowling ha creato un buco nella trama in Harry Potter e i Doni della Morte – e nessuno se ne è accorto. 
Pubblicato nel 2007, Harry Potter e i Doni della Morte è stato senza dubbio uno dei libri più attesi di tutti i tempi e ha finalmente posto fine all’epica saga di Harry Potter, contrapponendo il Ragazzo che è sopravvissuto contro Lord Voldemort in un ultimo confronto. Lo ha fatto in una narrazione che ha portato Harry e i suoi amici più cari lontano da Hogwarts, con loro inizialmente in fuga dai Mangiamorte.

Non ci volle molto perché la Warner Bros. lo adattasse non in uno ma in due film. Lo studio ha adattato buona parte della seconda metà del libro, in particolare la Battaglia di Hogwarts . Ha mantenuto una scena chiave, in cui Harry Potter ha incontrato Albus Silente in una sorta di esperienza di pre-morte, e l’apparente spirito del suo preside lo ha aiutato a capire tutto ciò che aveva dovuto affrontare. 
Silente ha anche ammesso la verità sulla sua relazione passata con Gellert Grindelwald, confessando le circostanze che avevano portato alla morte di sua sorella Ariana. Secondo Silente, quell’errore – e la sua sciocca ricerca dei Doni della Morte – lo avevano lasciato diffidare del proprio giudizio. 

«A me nel frattempo fu offerto il posto di Ministro della Magia, e non una sola volta. Naturalmente rifiutai. Avevo imparato che non ero adatto al potere».

I doni della morte

Anche se questo è stato interrotto, i legami di Silente con Grindelwald sono diventati la base per i  film di Animali fantastici .

Il problema, tuttavia, è che questo non si adatta davvero ai dialoghi in Harry Potter e la pietra filosofale. Quando Rubeus Hagrid irrompe nella catapecchia e consegna la lettera a Harry, la lettera riporta i risultati e i titoli del preside; 

SCUOLA DI MAGIA
E STREGONERIA DI HOGWARTS
Direttore: Albus Silente
(Ordine di Merlino, Prima Classe, Grande Esorcista, Stregone Capo, Supremo Pezzo Grosso, Confed. Internaz. dei Maghi)

La Pietra Filosofale

Nessuno di questi titoli suggerisce che Silente abbia fatto di tutto per evitare il potere politico, e l’apparente contraddizione è diventata ancora più problematica dopo Animali fantastici: i segreti di Silente

Ciò ha rivelato che il ruolo del Supremo Pezzo Grosso è essenzialmente il grado più alto nell’intero mondo magico. Silente apparentemente perse la sua posizione dopo aver tentato di persuadere i maghi che Voldemort era tornato, come raccontato in  Harry Potter e l’Ordine della Fenice .

Il Buco Della Trama Di Silente Peggiora La Sua Storia Di Harry Potter

La Rowling ha creato un buco nella trama in Harry Potter e i Doni della Morte - e nessuno se ne è accorto

Come visto in Animali fantastici: I segreti di Silente, il Qilin scelse per la prima volta Silente come  Supremo Pezzo Grosso negli anni ’30, ma rifiutò il ruolo. È importante notare, ovviamente, che Silente non lo fece per evitare il potere; anzi, ha combattuto in prima linea contro Gellert Grindelwald e anni dopo avrebbe (ri) stabilito l’Ordine della Fenice come base di potere rivale al Ministero della Magia, anche se senza alcun grado di responsabilità. Presumibilmente non è diventato Supremo Pezzo Grosso fino a molto tempo dopo, ed è degno di nota il suo approccio principale alla battaglia contro Voldemort prevedendo misure altrettanto irresponsabili.

L’affermazione di Silente di aver evitato il potere politico è in realtà piuttosto contraddittoria, probabilmente perché la scrittrice JK Rowling non aveva idea di cosa sarebbe stato un Supremo Pezzo Grosso quando stava scrivendo Harry Potter e la pietra filosofale e non ha notato la contraddizione quando ha iniziato a definire il termine.