Il Ministero della Magia copre tutte le rette, ma il costo del materiale è da capogiro

Il Ministero della Magia copre tutte le rette, ma il costo del materiale è da capogiro

Non è per tutti, studiare a Hogwarts. A parte il fatto che devi essere un mago, non è affatto scontato. 

Nel corso degli anni, vari fan, studenti e altri media si sono impegnati in calcoli accademici, cercando di quantificare l’inquantificabile: un anno di studio a Hogwarts.

Il Ministero della Magia copre tutte le rette, ma il costo del materiale è da capogiro

Così, nel 2011, alcuni studenti si sono divertiti a calcolare il prezzo delle forniture, aggiungendo i prezzi di una scuola privata britannica per “Babbani”, all’elenco delle forniture consegnate dalla Rowling in Harry Potter e la Pietra Filosofale, il primo volume delle sue avventure. Bacchette e cappello a punta inclusi. Sono arrivate all’epoca alla cifra di 31.600 euro.

Più recentemente, nel 2015, anche un giornalista ha fatto questo tipo di calcolo, arrivando alla cifra di 40.800 euro (inflazione, senza dubbio). Solo che la Rowling, molto attiva sui social, non ha mancato di commentare su Twitter e di mettere fine al dibattito: “I corsi non costano niente! È il Ministero della Magia che copre tutte le rette di magia”.

Ciò non impedisce ad alcuni, di continuare a valutare quali forniture acquistare per diventare un mago, dalla scopa all’abito da Quidditch, al calderone e al gufo.