Richard Harris è morto con la convinzione che Fanny fosse un vero uccello

Richard Harris è morto con la convinzione che Fanny fosse un vero uccello

I film di Harry Potter sono pieni di effetti speciali magici e strabilianti. In effetti, le immagini dei film fantasy sono così credibili che anche uno degli attori sul set è stato ingannato durante le riprese. Chris Columbus, il regista dei primi due film del franchise, ha rivelato che Richard Harris, che è stato il primo attore a interpretare il personaggio di Silente nel mondo dei maghi, credeva che la fenice animatronica (chiamata Fanny) fosse un vero uccello.

Richard Harris è morto con la convinzione che Fanny fosse un vero uccello

Fanny è la fenice domestica di Silente che appare per la prima volta nel film del 2002 Harry Potter e la camera dei segreti, l’ultimo dei film in cui Harris ha recitato prima della sua morte. I fan dovrebbero ricordarsi quando l’uccello ha preso fuoco durante il film ed è rinato dalle ceneri, quella scena ultraterrena non ha impedito a Harris di dedurre che il grande e mitico oggetto di scena rosso fosse in realtà una creatura vivente.

Durante lo speciale per il 20° anniversario di Harry Potter su Sky, Columbus e l’attore Daniel Radcliffe hanno discusso di questa scena:
 “Avevamo una versione animatronica di Fanny la fenice, ed era questo grande uccello rosso che non esiste nella vita reale”, ha spiegato Columbus. “Richard è entrato, ha guardato la fenice e ha detto: ‘Wow, oggi addestrano questi animali meravigliosamente'”.

Daniel Radcliffe ha continuato aggiungendo che l’equipaggio che controllava l’uccello non era disposto a dire la verità a Harris, così lo hanno lasciato godere della magia. Sono persino arrivati ​​​​al punto di far reagire la fenice animatronica ai movimenti e alla voce dell’attore.

“Questo, ovviamente, è entrato in un ciclo in cui Richard era tipo, ‘L’uccello sta rispondendo a me'”, ha detto Radcliffe. “Non gliel’abbiamo mai detto”. Columbus ha confermato la dichiarazione di Radcliffe e ha aggiunto che Harris non ha mai saputo la verità sulla natura animatronica di Fanny, dicendo: “Pensava solo che fosse un vero uccello”.

Harris è morto all’età di 72 anni a causa del morbo di Hodgkin, un mese prima della premiere di Harry Potter e la camera dei segreti. Dopo la sua morte, il personaggio del preside di Hogwarts è stato assegnato a Michael Gambon. Durante lo speciale della riunione, Columbus ha continuato ad ribadire quanto sia stato devastante perdere Harris e quanto sia stato difficile sostituirlo.

“Richard era un classico, probabilmente uno degli uomini più divertenti che abbia mai incontrato”, ha detto Columbus. “Era questo diabolico undicenne intrappolato nel corpo di un uomo di oltre 70 anni. Aveva solo quel luccichio negli occhi, che lo rendeva il perfetto Silente, tra l’altro. Era brutalmente esilarante”