“Per il bene superiore”: In difesa di Albus Silente una volta per tutte

"Per il bene superiore": In difesa di Albus Silente una volta per tutte

In tutti i libri, i fan hanno scoperto, insieme a Harry, il passato oscuro e  la personalità dubbia  di Albus Silente, un uomo un tempo generalmente accettato come un saggio mentore. Molti di quei fan ora chiamano la sua influenza tossica e il suo personaggio irredimibile. Harry e io ci siamo tirati indietro quando ci siamo resi conto della vera portata degli abusi di Silente nelle pagine dei Doni della Morte. Ma alla fine, come Harry, ho scelto di perdonare Silente quando ho capito che ogni sua decisione era stata presa secondo il motto che condivideva con Grindelwald. 
Credo che Albus Silente fosse un brav’uomo perché ha cercato di lavorare “per il bene superiore”.

"Per il bene superiore": In difesa di Albus Silente una volta per tutte

Nelle mani del giovane Silente e di Grindelwald, questo motto ha causato una vera devastazione. Ma furono le conseguenze della vanità e della negligenza di Silente che gli permisero di esercitare in seguito questo motto con successo. Il dolore per la morte della sorella e per le morti causate dalla sua riluttanza ad affrontare Grindelwald lo costrinse ad assumersi la responsabilità delle sue azioni. Tenne stretto quel dolore per tutta la vita come promemoria di lavorare “per il bene superiore”.   In breve, come ha poi insegnato ad Harry, è stata la sua capacità di provare dolore a diventare la sua più grande forza.

Ma è l’abilità di Silente nel causare dolore con cui i fan hanno problemi. Ha chiesto alle persone di rischiare tutto per i suoi progetti, ha tenuto nascosti i suoi segreti e all’oscuro i suoi alleati e ha mandato a morte molti amici. Forse la cosa più agghiacciante di tutte, Silente ha condannato un bambino orfano in una casa abusiva, (ok, ok, lo so che adesso parte il coro che l’ha fatto per la protezione di Lily, ma non si è nemmeno mai degnato di tirare le orecchie ai Dursley).
Tirò i fili nel modo giusto in modo che Harry camminasse volontariamente verso la morte quando sarebbe giunto il momento, come disse Piton, “come carne da macello”.

Sembrerebbe che queste siano le macchinazioni a sangue freddo di Voldemort o della Umbridge, a cui piaceva abusare delle persone. Silente può aver manipolato come un cattivo, ma non è mai stato così malvagio da divertirsi a farlo. Naturalmente ci teneva profondamente; naturalmente gli addolorava chiedere alla gente di sacrificare così tanto e vedere così tanti morire per suo ordine. Ma fare la scelta indolore sarebbe stato egoistico e irresponsabile da parte sua e avrebbe causato molta più distruzione. Per tutta la sua vita, Silente è stato considerato un leader, e quindi si è assunto l’onere di prendere le decisioni più atroci ma alla fine necessarie per il bene superiore.

Il danno che Silente ha fatto ad Harry è il più difficile da sopportare. Perché Silente ha gravato su un bambino di un tragico destino che non poteva spiegargli completamente? Lo stesso Harry divenne sempre più furioso mentre seguiva il percorso pericoloso e incerto che Silente gli aveva tracciato. Alla fine scelse di fidarsi completamente di lui solo per scoprire che Silente non aveva mai voluto che sopravvivesse. Ma alla fine Harry si rese conto che la colpa del suo destino era su Voldemort, non su Silente. Harry è diventato un’arma, uno strumento, nel momento in cui Voldemort lo ha attaccato. Silente è colpevole solo di essersi reso conto immediatamente che Voldemort aveva segnato il destino di Harry, di avergli dato la protezione più forte possibile e di aver usato contro Voldemort l’arma che aveva creato. Qualcuno di noi avrebbe potuto prendere la decisione di risparmiare la vita di Harry al costo di perderne centinaia in più? Ci voleva un uomo come Silente con la capacità di non sprecare altre vite, ma affidare il pericoloso compito al ragazzo che era già stato condannato al macello e la cui morte non sarebbe stata una calamità, ma un altro colpo contro Voldemort.”

Negli ultimi capitoli dei Doni della Morte, io e Harry siamo giunti a questa realizzazione insieme. Quando abbiamo incontrato Silente a King’s Cross, non potevamo veramente disprezzarlo mentre lo guardavamo implorare il nostro perdono. Silente era un uomo profondamente imperfetto che ha commesso molti gravi errori, ma ha usato il dolore di quegli errori per superare la sua arroganza e diventare uno dei pochi veri servitori del bene superiore. E quindi, come Harry, ho scelto di ricordare Albus Silente come uno dei migliori maghi mai esistiti.