Ecco perché il fratello di Sirius, Regulus Black era l’eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.

Ecco perché il fratello di Sirius, Regulus Black era l'eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.

Questa è la storia del giovane Regulus Black, che non ha fatto il taglio come eroe quando abbiamo sentito parlare di lui per la prima volta. 

Come Serpeverde, appartenente alla nobile casata dei Black, si guadagnò il Marchio Oscuro a sedici anni.
Era tutto ciò che suo fratello Sirius non avrebbe mai potuto essere: non si associava a Babbani o Nati Babbani, non entrò a far parte della casa Grifondoro e non andò mai contro le tradizioni familiari.

Era più giovane di me” disse Sirius, “ed era un figlio molto migliorecome mi veniva ricordato di continuo”. “Ma è morto” osservò Harry “” disse Sirius… Si è unito ai Mangiamorte’”.

Servire il Signore Oscuro era il suo dovere e qualcosa per cui iniziò a interessarsi molto, poiché avrebbe portato onore alla sua famiglia purosangue e lo avrebbe reso il figlio ideale che la famiglia desiderava. Dopo che Sirius lasciò la famiglia a causa della loro “mania del purosangue” e vedendo il suo nome bruciato dall’arazzo di famiglia, Regulus si rese conto che anche lui, al minimo errore avrebbe potuto essere rinnegato.

Sebbene il Serpeverde non fosse perfetto, non aveva a cuore desideri malvagi ed essendo il più giovane, l’influenza e la paura della sua famiglia lo costrinsero a prendere una decisione importante per unirsi ai Mangiamorte.

Ecco perché il fratello di Sirius, Regulus Black era l'eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.

Come molti altri sostenitori del Signore Oscuro, i Black non erano a conoscenza di ciò che accadeva nella cerchia ristretta di Voldemort, che spinse Regulus a farne parte.

Abbiamo sempre bisogno di una ragione convincente per opporci a qualcosa di grande e, per Regulus, quella ragione fu il suo elfo domestico: Kreacher. 
Nel capitolo “Il racconto di Kreacher”, Regulus aveva lasciato che Voldemort prendesse in prestito Kreacher e, per mettere alla prova le difese del Medaglione Serpeverde, il Signore Oscuro portò l’elfo in una grotta e lo costrinse a bere il veleno. Anche se Kreacher fu lasciato lì, in fin di vita, scappò su comando di Regulus, che a quel punto cominciò ad avere qualche idea delle pratiche del Signore Oscuro, e fu proprio in quel momento che si rese conto che qualcosa non andava.

Il giovane Serpeverde era piuttosto bravo nelle Arti Oscure, il che lo aiutò ad approfondire l’argomento, e dopo aver fatto ricerche su Voldemort, dimostrò di essere anche brillante. Ciò venne dimostrato nella sua capacità di scoprire il piano di Voldemort per ottenere l’immortalità, che accadde la notte in cui tornò a casa “disturbato” e “non come era di solito”, secondo Kreacher.

Ecco perché il fratello di Sirius, Regulus Black era l'eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.

Inoltre, non era solo intelligente e straordinariamente bravo a investigare su Tu-Sai-Chi: era anche altruista. Immagina di morire consapevolmente a 18 anni! 
Il coraggioso Serpeverde si sacrificò agli Inferi nella speranza di distruggere l’Horcrux di Voldemort per renderlo nuovamente mortale. 
Capì che i poteri di Voldemort sarebbero stati usati per distruggere gli altri e decise che l’unico modo per impedire questo, era distruggere l’oggetto che avrebbe potuto aiutare il Signore Oscuro a ottenere la forza di cui aveva bisogno. Pianificò tutto senza farlo sapere a nessuno oltre a Kreacher. Regolus era innocente. Non voleva che nessuno soffrisse. Bevve lui stesso il veleno, ordinando a Kreacher di andarsene con il medaglione e distruggerlo.

Ecco perché il fratello di Sirius, Regulus Black era l'eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.

Va notato che se fosse morto per motivi di fama, avrebbe almeno scritto il suo nome completo nella lettera che scrisse per Voldemort. Invece, rinunciò alla sua vita di eroe silenzioso per proteggere la sua famiglia dalla sua ira, quando, prima o dopo, sarebbe venuto a conoscenza del tradimento del giovane Serpeverde.

Meritava di più. Per tutto ciò che fece, meritava maggiore amore e apprezzamento. Suo fratello sarebbe stato orgoglioso di lui se avesse saputo la ragione della sua morte, e se la sua storia fosse stata conosciuta da altri, sarebbe servita da ispirazione per molti, forse incluso Draco Malfoy. 
Harry Potter fu uno dei primi a sapere come morì Regulus, cercando di far rivivere il nome del Serpeverde dopo la caduta di Voldemort.

Al Signore Oscuro
So che sarò morto molto prima che tu legga questo messaggio
Ma voglio che tu sappia che sn stato io a scoprire il tuo segreto
Ho rubato il vero Horcrux e intendo distruggerlo appena potrò
Ho affrontato la morte nella sperazna che quando affronterai il tuo scontro decisivo
Tu sarai di nuovo mortale

R.A.B.

Regulus Black non era malvagio. Regulus Black era un maestro gentile. Regulus Black era un figlio perfetto. Era un fratello amorevole. Era un buon Serpeverde. Era il coraggioso guerriero che segnò l’inizio della fine di Voldemort. 
Regulus Black era l’eroe sconosciuto che il mondo magico non meritava.